08feb

Abruzzo, 9 milioni per le start up innovative

E’ davvero un piccolo tesoro quello che la Regione Abruzzo è pronta a spendere per sostenere l’attività delle piccole imprese. Stiamo parlando infatti di uno stanziamento di 9 milioni di euro che verrà utilizzato per finanziare start up innovative. Tra le proposte che verranno prese in considerazione potranno esserci sia quelle che prevedono un innovazione dal lato dei processi produttivi o dei servizi forniti, sia quelle che riusciranno a presentare veri e propri prodotti nuovi. Per essere ammessi al bando che presto la Regione pubblicherà in maniera ufficiale sul proprio sito Internet, bisognerà innanzitutto essere una piccola o media azienda. Altra condizione fondamentale poi è quella di essere una vera e propria start up, ossia di recente costituzione o comunque non essere in attività da più di 4 anni.

Un’opportunità unica dunque, soprattutto per tutti i giovani abruzzesi che magari da tempo conservano un’idea imprenditoriale nel cassetto e in attesa dell’occasione buona, ossia del supporto economico adeguato, per potersi lanciare in un’avventura imprenditoriale. Tra l’altro, il modello di finanziamento che la Regione ha in mente di attuare potrà risultare particolarmente solido per le piccole e giovani start up. Infatti l’amministrazione regionale entrerà praticamente nel capitale sociale dell’azienda e vi resterà per un periodo di almeno 5 anni. Una prospettiva temporale dunque più che sufficiente per immaginare lo sviluppo e il consolidamento di un’azienda che abbia alla base solide prospettive e idee davvero innovative. Il bando, come hanno fatto sapere fonti regionali, sarà completamente finanziato dai fondi strutturali, e punta a premiare le imprese che si candideranno con i migliori progetti che apportino innovazione tecnologica e permettano di individuare proprio un vantaggio competitivo sostenibile nel tempo.

I settori industriali che saranno ammessi a competere potranno andare da  quelli più strettamente innovativi a quelli più tradizionali, con l’obiettivo primario in ogni caso che garantiscano la creazione di nuova occupazione. Per tutti i ragazzi interessati a questo programma di finanziamenti, ricordiamo inoltre che una delle condizioni necessarie per poter accedere alle domande del bando sarà quella di risultare iscritti alla Camera di Commercio con la propria società, nel caso fosse di nuova costituzione, entro il prossimo 16 febbraio. Chiunque abbia allora un’idea imprenditoriale buona da realizzare e non voglia farsi scappare questa opportunità, dovrà affrettare i tempi per la nascita della propria nuova start up, in modo da trovarsi pronto per il lancio ufficiale del bando regionale. E ovviamente, un grosso in bocca al lupo a tutti.

Leggi anche: