20apr

Addio agenzie, con clickcase.it vendere e acquistare casa diventa più facile

Davide contro Golia, ovvero la storia di un piccolo, ma intraprendente sito di annunci immobiliari, che lancia la sfida alle grandi agenzie del settore. Si può riassumere così l’avventura imprenditoriale di Marco Neriggi e Olindo Modarelli, due giovani imprenditori lombardi, che dal 2005 hanno avuto l’idea di creare una piattaforma online che permette ai privati cittadini e alle aziende di costruzioni di mettere in vendita o di affittare le proprie abitazioni, rivolgendosi direttamente ai clienti finali, bypassando così la trafila delle agenzie immobiliari. “Il sito – racconta all’Arancia Marco – si chiama clickcase.it e da circa 8 mesi ha subito un restyling completo, una sorta di rilancio in grande stile di un’iniziativa che in questi anni è riuscita comunque lentamente ma inesorabilmente a farsi strada”. E i numeri sono lì a testimoniarlo. Attualmente clickcase.it può offrire un menù di circa 12-13mila annunci, che subiscono un ricambio costante al ritmo di circa 1.500 annunci al mese.

“Chiunque voglia mettere sul mercato il proprio immobile – spiega Marco – si connette al sito e anche senza previa iscrizione, può inserire il proprio annuncio, corredato di foto, che in tempi rapidissimi diventa visibile online”. La sfida, temeraria ma non impossibile, è quella di riuscire, se non altro nell’ambito di una nicchia di mercato, a fare concorrenza alle grandi agenzie immobiliari.clickcase_home “Vendendo la casa direttamente ai clienti finali – sottolinea Marco – si risparmiano le spese di provvigione che mediamente sono pari al 3% per chi acquista e addirittura del 6% per chi vende”. Costi che in un periodo di crisi come quello attuale e con un mercato immobiliare in costante frenata, diventano significativi per il bilancio di una famiglia e anche di un’impresa di costruzioni che voglia far quadrare i propri conti. Ovviamente a corredo del servizio vendita, clickcase offre tutta una serie di altre prestazioni che possono essere utilissime tanto per chi acquista un immobile che per chi voglia venderlo. “Innanzitutto cerchiamo di individuare ed eliminare i cosiddetti annunci civetta – raccolta Marco -. Parliamo di quelle proposte di vendita dietro cui spesso si nasconde un’agenzia. Quando i nostri utenti ci segnalano casi del genere noi ovviamente interveniamo eliminando gli annunci in questione visto che clickcase.it si rivolge esclusivamente a privati e costruttori”. Il sito poi offre una puntuale consulenza per evitare eventuali truffe e raggiri.

“Forniamo indicazioni di buon senso – precisa Marco – elencando le cautele che bisogna adottare per scansare le brutte sorprese. Regole di buon senso, che spesso si concludono comunque segnalando di rivolgersi sempre a un notaio che possa garantire sulla correttezza dell’operazione. Anzi in questo senso siamo alla ricerca di una collaborazione sempre più stretta con l’Ordine notarile per poter segnalare zona per zona il professionista più vicino a cui potersi rivolgere”. A tutto ciò si aggiunge la possibilità, iscrivendosi al sito e fornendo un indirizzo mail, di ricevere periodicamente una newsletter di clickcase.it che fornisce in maniera sintetica,ma molto esauriente, tutta una serie di informazioni di servizio che possono andare appunto dai passaggi burocratici da espletare per vendere e comprare una casa, alla classificazione energetica delle abitazioni, argomento tra l’altro sul quale c’è ancora molta ignoranza tra gli operatori del settore.

Un servizio dunque a 360 gradi che trova la sua giustificazione commerciale in una serie di introiti che partono ovviamente dagli spazi pubblicitari presenti sul sito. “I nostri banner sono disponibili a svariati operatori del settore, dai centri di assistenza per privati cittadini, ai citati notai fino anche alle agenzie immobiliari, che non possono presentare i loro annunci ma a cui ovviamente permettiamo di farsi pubblicità a pagamento”. Altre fonti di reddito arrivano poi dagli stessi utenti che inseriscono gli annunci. “Dietro il versamento di piccole somme infatti – dice Marco – si può ottenere che il proprio annuncio abbia una visibilità maggiore sul sito”.

E proprio per rendere sempre più efficiente la propria attività, fin dal 2005 Marco e Olindo hanno costituito una propria società. “Siamo partiti con una sas, una società in accomandita semplice, perché contemplava meno adempimenti di carattere amministrativo. Ora però che le attività si stanno rilanciando, siamo seriamente intenzionati a trasformarci in una srl, anche perché ormai l’impegno lavorativo è diventato sempre più gravoso a testimonianza che il sito sta davvero prendendo quota”. Uno sviluppo che si deve per il momento interamente a risorse impegnate di tasca propria dai due imprenditori, a testimonianza che quando un’idea vale ed è davvero innovativa con pochi soldi anche un piccolo Davide può fare la guerra al grande Golia. E noi ovviamente non possiamo che fare il tifo per Davide.

Leggi anche: