28nov

Agricoltura: vale il 5,5% del lavoro italiano

Le imprese agroalimentari italiane nonostante la crisi hanno tenuto botta e continuano ad essere centrali per il lavoro.

 

Lo conferma il quarto Rapporto sul Mercato del lavoro, realizzato dalla Fondazione Obiettivo Lavoro e presentato a Roma al ministero delle Politiche agricole. Secondo la ricerca, l’agroalimentare italiano nel suo insieme rappresenta al 2014 il 5,5% degli occupati (due terzi nell’agricoltura e un terzo nella produzione industriale di alimenti e bevande) e il 6,9% delle unità di lavoro del Paese.

 

“Il comparto agroalimentare italiano ha senza dubbio giovato dei riflettori accesi dall’Expo” si legge nel rapporto.  “Se si registrano esiti altalenanti per l’agricoltura tradizionale, che non sembra essere ancora tornata ai livelli pre-crisi, l’Italia ha però acquisito la leadership europea -spiega il Rapporto- per capacità di creazione di valore aggiunto per ettaro e numero di produttori biologici, ponendosi inoltre in cima alle classifiche mondiali per valore esportato di una dozzina di produzioni”.

Leggi anche: