04mag

Ambiente ed energie rinnovabili, per le start up in Campania gli incentivi diventano green

E’ sicuramente uno dei settori in cui più di altri l’innovazione tecnologica e la ricerca di nuovi processi produttivi sta facendo salti da gigante. Ci riferiamo a quel mondo che genericamente viene catalogato come green economy. E’ in questo ambito che sempre più spesso si trovano le migliori occasioni di utilizzare incentivi e sostegni economici per realizzare progetti imprenditoriali. Un esempio in questo senso è l’iniziativa lanciata della Regione Campanaia che ha deciso di supportare nuove start up che concentrano la propria attività proprio nel campo dell’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili. Un’opportunità dunque per giovani imprenditori con idee creative e all’avanguardia, che potrebbero trovare ora il giusto sostegno non solo economico, ma anche tecnico, per partire con un proprio progetto commerciale. In questo senso è stato pubblicato un bando denominato  “Creative Clusters Green Technology”.

Una dicitura non casuale visto che le caratteristiche che vengono ricercate nei nuovi progetti sono proprio quelle della grande creatività e della forte innovazione, sia di prodotto che di processo.

Svariati i settori operativi che verranno presi in considerazione, catalogati e specificati all’interno del bando stesso. Si tratta di: aria e ambiente, smart grid, efficienza energetica, eolico, biofuel, energia solare, energy storage, materiali, trasporti, acqua e altre fonti rinnovabili. Il bando prevede una prima fase di selezione e valutazione dei progetti, che saranno analizzati sulla base di una serie di criteri che andranno dalla chiarezza all’impatto energetico, dal grado di innovazione alla fattibilità tecnica fino all’appeal di mercato. Questa fase di scouting porterà quindi all’identificazione di 12 progetti di start up ai quali sarà garantita un’assistenza tecnologica con un costante tutoraggio, oltre alla possibilità di operare per sei mesi all’interno dell’acceleratore presente nel Polo tecnologico di Campania Innovazione. Insomma un’occasione da non lasciarsi sfuggire. E dunque chi è interessato si metta in moto prima possibile visto che il termine per la presentazione delle domande scadrà il prossimo 14 giugno.

Leggi anche: