09feb

Apprendistato in Germania, crescere professionalmente per immaginare la propria impresa

Crescere professionalmente, fare un importante esperienza all’estero e tornare magari con le competenze giuste anche per creare una propria impresa. E’ quello che in prospettiva offre lo strumento dell’apprendistato nella versione che propone l’intesa tra Italia e Germania. I due paesi si sono infatti accordati, all’interno di un programma denominato “The job of my life”, per uno scambio di giovani apprendisti che potranno sfruttare un sistema di apprendimento, detto duale, che prevede il coinvolgimento di imprese italiane in Germania, aziende tedesche in Italia e scuole professionali in entrambe le realtà. Un’occasione davvero unica perché sono previste una serie di misure per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

In particolare la Germania si impegna ad ospitare giovani italiani che intendono formarsi o lavorare in aziende locali. Verrà loro offerta l’opportunità di una formazione professionale e di una conseguente possibile occupazione. Inoltre, cosa molto fondamentale per qualsiasi giovane che lavorando voglia anche ottenere un minimo di indipendenza economica, sarà previsto un contributo economico, utile tra l’altro a rendere più agevole la permanenza nel Paese ospitante. Un’opportunità dunque davvero da non perdere, soprattutto se si considera il difficile e delicato momento di crisi in cui si trova un po’ tutta l’Europa.

Il progetto si rivolge a giovani italiani qualificati di età compresa tra i 18 e i 35 anni, con qualche eccezione per gli under 40, che siano ovviamente interessati a trasferirsi all’estero e trovare occupazione come detto in Germania. Tra le offerte di lavoro ce ne saranno alcune anche diverse dall’apprendistato, anche se quest’ultima formula, come accennato, sarà la predominante. E’ preferibile la conoscenza del tedesco, ma viene offerta la possibilità di frequentare in Italia un corso di lingua tedesca di due mesi prima di partire. Davvero molto ampio poi lo spettro di professioni per le quali sarà possibile candidarsi. Si va dagli ingegneri ai tecnici specialisti, dagli addetti all’ospitalità e alla ristorazione ai tecnici informatici, fino a tutte le professioni legate al mondo della sanità.

Per effettuare un’adeguata selezione delle candidature è stata prevista una fase detta appunto di pre- selezione con colloqui realizzati direttamente sul territorio. Gli incontri saranno curati da Eures Adviser, una rete di specialisti legati a progetti comunitari, che operano nei vari Paesi dell’Unione e che forniscono informazione, assistenza e collocamento proprio a chi cerca lavoro e ai datori di lavoro interessati al mercato professionale europeo. In Italia saranno organizzati 14 eventi di selezione nel periodo cha va da febbraio 2013 ad aprile 2013. Le città dove verranno svolte le selezioni sono: Roma, Napoli, Milano, Bologna, Torino, Genova, Bari, Lecce, Padova, Verona, Catania, Palermo, Cosenza, Reggio Calabria.Tra l’altro tutte le informazioni operative relative ai colloqui, comprese le date, verranno comunicate proprio dai responsabili dell’Eures Adviser.

Non resta dunque che provare a candidarsi per questa innovativa e promettente esperienza e per poterlo fare, bisognerà connettersi con il sito Cliclavoro del ministero del Lavoro, dove tra l’altro sarà anche possibile scegliere la città dove si preferisce effettuare il colloquio. E naturalmente in bocca al lupo a tutti.

Leggi anche: