22dic

Banca Sella: punta sulle start-up, in finanza e nel territorio

 

Banca Sella e Digital Magics, incubatore certificato di start-up innovative, hanno siglato un accordo per il finanziamento a medio termine di 1 milione di Euro, assistito dal Fondo di Garanzia per le Pmi.

Con questa operazione Digital Magics rafforza i servizi di incubazione e accelerazione rivolti alle start-up del proprio portafoglio, in particolare quelle attive nel settore dei servizi innovativi per la finanza (ad oggi 6 su 40).

 

Il Gruppo Banca Sella è un membro attivo del Digital Magics Angel Network, e collabora con il venture incubator e gli oltre 100 partner del Network (investitori privati, fondi istituzionali e operatori industriali) per selezionare, fornire attività di mentorship e co-investire in startup digitali, in particolare nel settore del FinTech. In occasione della quotazione all’Aim di Digital Magics, il Gruppo Banca Sella era entrato nell’assetto azionario dell’incubatore.

Intanto Banca Sella lancia una nuova iniziativa per far crescere le start-up del territorio grazie al confronto e ai consigli di altri imprenditori, al supporto dell’associazione di riferimento e al contatto tra aziende e start up emergenti, con la possibilità di dare vita a nuove sinergie imprenditoriali. E’ questo l’obiettivo della nuova iniziativa “Uib e SellaLab per le Start Up”, che è stata presentata da poco negli spazi dell’acceleratore di idee del Gruppo Banca Sella, Sella Lab, presso lo storico complesso industriale dell’ex Lanificio Sella a Biella.

 

L’iniziativa rientra nell’accordo stipulato fra Unione Industriale Biellese (Uib) e Banca Sella in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Associazione, che ha fra i suoi obiettivi il sostegno alle aziende del territorio, la promozione della cultura del “fare impresa”, dell’innovazione e della nascita di nuove realtà imprenditoriali. Il progetto prevede, da un lato, la possibilità per le start up di SellaLab di accedere all’expertise Uib e, dall’altro, alle start up dell’Associazione di potersi mettere in gioco nell’ambito dell’acceleratore d’impresa: le start up possono così appoggiasi ad un sistema integrato in cui i vantaggi sono molteplici. Le opportunità offerte da parte di Uib sono: il mentoring da parte degli Imprenditori Associati, la conoscenza del mondo associativo e del Sistema Confindustriale, l’accesso gratuito per due anni ai servizi dell’Associazione come supporto fondamentale per potersi orientare nel panorama normativo e non solo. SellaLab, invece, mette a disposizione i propri spazi di coworking dove le nuove imprese associate all’Unione Industriale Biellese possono sviluppare il proprio progetto, entrando in contatto con diverse esperienze e professionalità, potenziali investitori, incubatori e istituzioni, col supporto di una rete di servizi e consulenti della banca.

 

«Fare impresa in Italia è difficile – afferma Nicolò Zumaglini, Presidente Piccola Industria UIB e vice Presidente Piccola Industria di Confindustria Piemonte con delega alle Start Up – per questo motivo abbiamo avviato il progetto di partnership con SellaLab, un’iniziativa che è solo all’inizio del suo sviluppo. Come Uib possiamo garantire alle start up i sevizi associativi per 2 anni e soprattutto mettere a disposizione l’affiancamento da parte di imprenditori che possono essere preziosi tutor nei primi anni di vita dell’azienda, fase in cui solo 1 impresa su 12 riesce a sopravvivere».

Leggi anche: