21giu

Bandi e concorsi per start-up imprese artigiani

Tre categorie di premi da 5mila euro per ogni start-up vincitrice e un premio finale di 20mila euro alla migliore start-up dell’anno. A questi si aggiungono benefit che vanno dalla consulenza dei massimi esperti di Google e di Facebook, nelle loro sedi europee di Dublino, a incontri con fondi di investimento, acceleratori d’impresa e venture capitalist, formazione su fabbricazione digitale, prototipazione e nuovi strumenti di finanziamento, servizi e altre opportunità offerte dalla Cna. Sono i premi di “Cambiamenti”, in onore dei 70 anni della Confederazione nazionale dell’artigianato. Approfondisci.

 

 

Una start-up spaziale? E’ proprio il caso di dirlo: L’Agenzia Spaziale Europea (Esa) promuove una call per supportare lo sviluppo di una nuova generazione di imprese digitali EO-driven. Continua a leggere.

 

Start-up per over-quaranta. Abbastanza una novità, le promuove Bayer nei settori agri, cibo, ambiente. Continua a leggere.

 

Nuove opportunità di impresa in Lombardia. Ha appena aperto infatti il bando Incubatore di Impresa 2016 di ComoNext. Il bando, promosso dalla Camera di Commercio di Como, ha lo scopo di sostenere la creazione e lo sviluppo di iniziative imprenditoriali innovative all’interno dell’Incubatore Certificato presso il Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT. Info qui.

 

 

Conto alla rovescia per il premio Marzotto 2016. In concomitanza con la sesta edizione, aumenta il numero dei premi e arrivano nuovi partner per il Premio Gaetano Marzotto, che ha da poco aperto il bando con un montepremi di oltre 2,3 milioni di euro. La presentazione della nuova edizione si è svolta a Milano a Palazzo Durini, sede della Fondazione Alessandro Durini. La scadenza per iscriversi è fissata al 27 giugno; info qui.
Due nuovi bandi per 30 milioni di euro a favore dell’agricoltura biologica in Abruzzo. Info qui.

 

 

E’ partito Easitaly:  un roadshow nazionale per spiegare le opportunità in Italia per start-up e pmi innovative. Il roadshow parte da aprile a ottobre 2016, e gli incontri presentano la recente normativa del Governo in favore delle imprese innovative. L’iniziativa è del Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con Invitalia e con il supporto di Confindustria. Info qui.

 

Trenta milioni di euro per le imprese appena nate e per i “senior”. E’ la prima fase del progetto della Regione Lombardia chiamata Intraprendo, che mette sul piatto 80 milioni totali, per giovani ma non solo. Info qui.

 

 

 

Bando da 1,2 milioni a favore della cultura e della creatività nel Lazio. E’ stato annunciato oggi dal governatore Nicola Zingaretti. “Vogliamo  sostenere la nascite di una serie di imprese creative con un finanziamento massimo di 30 mila euro a fondo perduto” scrive Zingaretti sul suo blog, “cofinanziando i costi di avvio e di primo investimento. E’ un altro provvedimento che  si inserisce in un’azione importante che abbiamo lanciato dall’inizio della legislatura per sostenere le imprese creative”. Info qui.
Campus Party, l’evento internazionale più grande al mondo sul tema dell’innovazione digitale e dell’imprenditoria, dedicato ai ragazzi dai 18 ai 28 anni, sbarca per la prima volta in Italia: oltre 4 mila studenti universitari sono attesi alla Fiera di Bergamo, dal 19 al 24 luglio, per un festival internazionale sull’innovazione, la scienza e la creatività. Info qui.

 

58 milioni di euro per rinnovare le imprese agricole dell’Emilia-Romagna. E’ questa la potenza di fuoco del nuovo Piano di Sviluppo Rurale (Psr) 2014-2020 destinato a sostenere gli investimenti aziendali. Info qui.

 

“Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono avviare una micro o piccola impresa. Gli incentivi sono validi in tutta Italia e finanziano progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro. Le agevolazioni sono concesse nei limiti del regolamento de minimis e consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali. Invitalia. Info qui.

 

Il Ministero dello Sviluppo Economico e Unioncamere hanno pubblicato il bando Marchi+2 che finanzia le spese legate alla registrazione di marchi comunitari o internazionali. L’obiettivo della misura è quello di sostenere la competitività delle piccole e medie imprese attraverso l’estensione all’estero dei propri marchi. Le risorse disponibili sono pari a 2,8 milioni di euro. Fino a 20.000 euro di agevolazioni. Fino a esaurimento risorse. Bando qui.

Scritto da Redazione il 21 giugno 2016

Tags:
Leggi anche:

nessun tag assegnato