10gen

Chatbot, il futuro del web cerca esperti italiani

Negli ultimi mesi si fa un gran parlare di chatbot, da quando Facebook ha presentato la nuova piattaforma di Messenger con la sua ultima novità (i chatbot per Messenger appunto) tutto il mondo degli sviluppatori e le aziende, piccole, medie o grandi che siano, si stanno dando molto da fare per trovare nuove idee e giusti impieghi per un nuovo approccio a una tecnologia già ampiamente diffusa.

 

Ma cos’è un chatbot? È un servizio, caratterizzato da regole, schemi e (a volte) intelligenza artificiale, che permette agli utenti di interagire via chat, senza l’intervento umano. Può riguardare una serie infinita di argomenti, impieghi e applicazioni, da quelli più funzionali a quelli per mero divertimento ed è possibile trovarli quasi in ogni servizio di chat (Facebook Messenger, Slack, Telegram, Sms, etc.). Alcuni siti di news ne fanno uso, come Quartz, uno dei più interessanti.

 

Molte aziende lo usano come servizio clienti ed è proprio in questo senso che arriva Chatbot Challenge, call for Innovation rivolta a tutte le start-up innovative che si occupano di studiare e progettare software che simula conversazioni intelligenti e complesse tra esseri umani. Con una destinazione commerciale: il conversational commerce trasforma semplici messaggi vocali e di testo in opportunità di business. Chatbot Challenge, prodotta da Brico, il noto gruppo per la casa, e da Digital Magics, ha l’obiettivo di trovare i migliori progetti, in grado di abilitare Bricoman a una più efficiente e moderna gestione del cliente, sia in termini di velocità di risposta sia in termini di produttività interna. In palio ci sono 5.000 euro.

 

Come si partecipa? Inviando la propria candidatura entro il 18 gennaio. Dopo aver inviato la tua candidatura, un team di esperti eseguirà una prima valutazione della tua startup e se la riterrà tra le migliori dieci, verrete convocati per il pitch del 6 Febbraio. Le convocazioni avverranno durante la settimana dal 18 al 23 Gennaio.

Leggi anche: