02apr

Crowdfunding, Digital Magics investe sul “civico” con DeRev

Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative, punta sul crowdfunding civico e investe su DeRev.

 

Lo ha annunciato l’incubatore (che è quotato alla Borsa di Milano), precisando di aver acquistato una quota di circa il 17,5% di DeRev. Con questa operazione, DeRev – che ha da pochi giorni rilasciato la nuova veste grafica per le campagne – lancia un nuovo modello di business basato sul civic crowdfunding, proponendosi come la prima startup in Italia a offrire una soluzione strutturata e “rivoluzionaria” per enti pubblici, associazioni, organizzazioni no profit, e progetti creativi o innovativi (arte, cultura, start-up, eventi). Sul portale infatti anche le pubbliche amministrazioni (comuni, province, regioni ed enti pubblici) possono lanciare campagne di raccolta fondi per finanziare progetti e opere di pubblico interesse (restauro di monumenti e aree pubbliche, realizzazione di iniziative o eventi nella propria città, sviluppo di servizi innovativi per il trasporto pubblico e il miglioramento della vita cittadina).

 

Nel 2012 il crowdfunding è cresciuto nel mondo dell’81%, raggiungendo la cifra di 2,7 miliardi di dollari, con 1 milione di campagne finanziate con successo. Per il 2013 era previsto un raddoppio dei volumi globali, con il raggiungimento della quota di 5,1 miliardi di dollari. Questa cifra è stata invece raggiunta già a luglio 2013In Europa la crescita del crowdfunding si è attestata al 65% (945 milioni di dollari) secondo le rilevazioni di due anni fa. (Fonte: Massolution Report 2013 – The Crowdfunding Industry). Ma il crowdfunding civico dimostra di essere una realtà particolarmente interessante in un momento in cui le pubbliche amministrazioni hanno “finito i soldi” e cercano nuovi mezzi per progetti per la collettività.

 

DeRev è una delle realtà più interessanti, come dimostrano alcune campagne di successo, tra cui quella per la ricostruzione della Città della Scienza di Napoli, bruciata in un incendio doloso il 4 marzo 2013; la raccolta si è dimostrata essere quella di maggior successo mai realizzata in Italia, con 1.073.000 euro raccolti e oltre 2000 finanziatori.

 

 

Leggi anche: