03dic

È l’anno delle start-up mediche, lo conferma il Premio Marzotto

La Fondazione Gaetano Marzotto premia per il terzo anno le giovani aziende e gruppi di ricerca che si distinguono in tema di innovazione, imprenditorialità e visione sociale. Lo scorso 28 Novembre a vincere il premio più importante di 250.000 euro è stata una start-up nata all’interno della Scuola di Sant’Anna di Pisa.

Wearable Light Exoskeleton è il progetto vincitore del Premio Impresa del Futuro, un esoscheletro da indossare come un abito, che aumenta la forza di carico delle braccia e la deambulazione delle gambe, diventando un sostegno fondamentale per anziani e disabili.

Il progetto è parte dello spin-off della Scuola di Sant’Anna Wearable Robotics, sviluppato da Basilio Lenzo (ingegnere 27enne), Alessandro Filippeschi (30 anni, post-dottorando) e Fabio Salsedo (52 anni, senior researcher). E non è il solo spin-off premiato quest’anno: il premio per una Nuova Impresa Sociale e Culturale dato dalla giuria internazionale per è andato a Epinova Biotech, nato all’interno della Scuola di Medicina dell’Università Amedeo Avogadro di Novara. Questa start-up è specializzata nella produzione di uno speciale idrogel che può sostituire il tessuto epiteliare danneggiato in ulcere e ustioni. Con questo premio hanno avuto accesso a un finanziamento di 100.000 euro.

Altre 10 start-up sono state premiate nella categoria “Dall’Idea all’Impresa”, dedicata ai giovani imprenditori under 35, a cui verranno affiancati 10 incubatori d’impresa per far sì che queste giovani imprese comincino a camminare sulle loro gambe.

Anche in questa categoria molti progetti a carattere medico, come IVTECH, tecnologia per la ricerca biologica in vitro che permette di realizzare modelli fisiopatologici umani riducendo la ricerca sugli animali, oppure NEURON GUARD, sistema di soccorso d’emergenza per danni celebrali. Altre idee innovative non hanno a che fare con la sanità, ma hanno tutte uno scopo comune: migliorare la vita delle persone.
 
Nella giornata del 28 Novembre sono stati consegnati riconoscimenti a 19 start-up per un totale di 800.000 euro. Il Presidente dell’associazione Progetto Marzotto, Matteo Marzotto, ha dichiarato: “Essere imprenditori è una decisione che bisogna prendere, bisogna sentirsela, e qualche volta però non si studia da imprenditori,” ed è proprio nelle start-up di ambito scientifico-sanitario che la capacità imprenditoriale interna diventa fondamentale, perché a volte un’idea rivoluzionaria non basta per diventare impresa.

Leggi anche: