26mar

E’ tempo di start up, Mind the Bridge a caccia di nuovi talenti

Tra i soggetti che negli ultimi tempi si sono affermati tra i maggiori sostenitori di nuove start up c’è sicuramente la Fondazione Mind the Bridge. Si tratta di un’istituzione nata a San Francisco nel 2007 dalla volontà di Marco Marinucci che voleva in questo modo restituire qualcosa, il cosiddetto spirito del “give back”, all’Italia, il Paese che lo aveva educato e gli aveva dato la possibilità di costruirsi una propria strada all’estero. Di qui l’idea di sostenere la crescita di una nuova generazione di imprenditori italiani mettendo al loro servizio le esperienze di chi aveva avuto successo nella mitica Silicon Valley. Da questo progetto iniziale sono nati una serie di appuntamenti nel corso dei quali giovani imprenditori italiani con idee innovative possono sperare di ottenere la giusta considerazione e il necessario sostegno economico da Mind the Bridge.

Si va dalle Business Plan Competition, ai Venture Camp, dai Boot Camp, agli Italian Innovation Day, tutti eventi che fanno parte del cosiddetto Mind the Bridge Italy Tour, che come dice il nome stesso, rappresenta una sorta di viaggio nel nostro Paese alla scoperta di nuovi talenti. E’ stata realizzata anche una Startup School, dove vengono forniti i rudimenti fondamentali per poter approcciarsi al mondo dell’innovazione utilizzando lo strumento di una nuova società commerciale. Risulta dunque quanto mai significativo segnalare a chiunque abbia in mente di realizzare un proprio progetto aziendale, l’ultimo degli appuntamenti in programma.

Si tratta del Summer Batch, ennesimo programma di accelerazione di nuove start up, a cui c’è tempo per candidarsi fino al prossimo 15 aprile.

La manifestazione fa seguito al Winter Batch, promosso sempre dalla fondazione Mind the Bridge, che ha offerto a tante giovani speranze dell’imprenditoria italiana un’occasione per tramutare in realtà i propri sogni. I progetti selezionati per il Summer Batch, come accade per tutti i progetti sostenuti da Mind the Bridge, potranno ricevere innanzitutto una dotazione economica garantita dal fondo Mind the Seed e inoltre prenderanno parte al programma di accelerazione di 10 settimane nell’incubatore MtB Gym di San Francisco, previsto per la metà di agosto 2013.

Per partecipare alle selezioni, che come detto prenderanno il via 15 aprile prossimo, bisogna inviare la propria domanda a di Mind the Bridge, corredata di una presentazione di massimo 10/15 slide, completa di link a una demo o a un video di presentazione del progetto. Tra l’altro, i circa 20 progetti che verranno prescelti, saranno presentati nel corso di una due giorni che si terrà nel Boot Camp di Trento, in programma intorno alla metà di maggio. Un’occasione in più per scoprire e capire quello che cerca Mind the Bridge e sperare in un prossimo futuro di entrare a far parte della schiera di chi potrà raccontare di aver vissuto un’esperienza nella Silicon Valley per consolidare il proprio progetto imprenditoriale.

Leggi anche: