22ago

EcoCloud, la nuvola dell’agricoltura sostenibile

EcoCloud è una nuova applicazione online che consente agli operatori del settore agricolo di conoscere diversi percorsi di sostenibilità.

Il progetto, avviato da Confagricoltura in collaborazione con i partner scientifici Fondaca e Chiappe Revello e il partner tecnologico New Vision, raccoglie e condivide informazioni nel tentativo di mostrare esempi di successo in un contesto agricolo di sostenibilità e produttività. L’obiettivo? Facile, dar vita a un percorso agricolo votato a un’innovazione responsabile, il difficile è raggiungerlo.

 

Sette le priorità: gestione dell’acqua, consumo del suolo, forestazione, diminuzione delle emissioni, tecniche e colture che favoriscono il maggior assorbimento di CO2, sviluppo di agro-energie e prodotti fitosanitari.

ecocloud

 
All’interno di EcoCloud avranno accesso aziende agricole attive in diversi settori, includendo esperienze di diversificazione produttiva con forme varie di pluriattività e multifunzionalità. Economico, ambientale e sociale i settori di riferimento. E allora spazio ad aziende attive nell’ambito delle filiere corte, dei gruppi di acquisto, della vendita diretta, anche online, della diminuzione delle emissioni, dell’assorbimento di CO2, del risparmio idrico ed energetico, della tutela del suolo, della biodiversità, dei processi innovativi di agricoltura biologica e dei servizi diretti a categorie sociali svantaggiate. Tutto qui? No, sicurezza sul lavoro e fattorie didattiche, e tanto altro ancora. Insomma, tutto quello che è agricoltura oggi, con una particolare attenzione ai comparti vitivinicolo, olivicolo, ortofrutticolo, cerealicolo, florovivaistico e zootecnico. 

 

Di fatto EcoCloud sarà un catalogo contenente una scheda dettagliata per ciascuna azienda, su cui potranno essere fatte ricerche specifiche divise per ragione sociale, regione, provincia, tema, settore produttivo e multifunzionalità.

 

Ogni scheda fornirà nomi e tipologie di impresa, settori produttivi, descrizioni delle pratiche utilizzate e obbiettivi raggiunti, il tutto finalizzato a formulare una valutazione ordinata tra ‘rilievo dell’iniziativa di sostenibilità’, ‘effetto potenziale dell’iniziativa’ e ‘replicabilità della pratica in altri contesti agricoli’. Il progetto EcoCloud è stato presentato dal presidente di Confagricoltura Mario Guidi in occasione del meeting di Rimini. “Le  nostre aziende — ha dichiarato Guidi — hanno già avviato un virtuoso percorso di rinnovamento.” Ed è vero, sono tantissime le realtà agricole ad aver deciso di intraprendere la strada della sostenibilità, e non, necessariamente, a discapito della produzione, anzi.

 

“Le imprese lo stanno dimostrando nei fatti, ottenendo maggiori raccolti su minori superfici, riducendo i quantitativi di acqua, di mezzi chimici e di energia utilizzati. Ma nello stesso tempo avendo cura del rapporto con i consumatori sui temi della qualità e della sicurezza dei prodotti agricoli.”

 

Al database di EcoCloud si può accedere dal sito di Confagricoltura, è un inizio, è l’inizio di quella che tanti chiamano ‘nuova rivoluzione verde’, un futuro in cui le imprese agricole avranno sempre più a che fare con un tipo di agricoltura innovativa, competitiva, più responsabile e dinamica, e a conti fatti, più produttiva. EcoCloud potrebbe rappresentare il primo passo per comprenderlo.

 

Leggi anche: