27gen

Fabriq: 20.000 euro per la start-up che migliora la città

Migliorare la città stando in città. E’ questo l’obiettivo del nuovo bando di FabriQ, l’incubatore dedicato all’innovazione sociale del Comune di Milano.

 

Uno spazio dove trasformare le idee in occupazione, crescita, sviluppo sociale e metterle in rete. I 650 mq di via Val Trompia 45/a sono destinati ad accogliere 15 nuove start-up e chiunque abbia un’idea e voglia di fare impresa su temi sociali, ambientali e culturali. Il progetto ideato dal Comune di Milano, è sviluppato dalla Fondazione Giacomo Brodolini e Impact Hub Milano e adesso entro il 16 marzo 2015 mette in palio 7 premi per altrettante imprese a cui è destinato il sostegno economico e il programma di incubazione della durata di 9 mesi.

 


Il percorso di incubazione sosterrà i vincitori e le vincitrici attraverso un periodo di formazione, networking e incontri con potenziali investitori oltre che con un contributo sino a un massimo di 20mila euro per singolo progetto. Ogni impresa avrà a disposizione un proprio spazio a FabriQ, potrà contare su un tutor che la supporterà nelle scelte gestionali e strategiche durante la sua crescita  – 9 mesi di incubazione  – e sarà supportata con promozione e comunicazione nei differenti mercati e canali di riferimento.

 

 

Le imprese dovranno cimentarsi in questi tre settori: Smart city servizi per una “città accessibile”; economia della condivisione (sharing economy). Il bando è rivolto anche a start-up estere ed è previsto un contributo al trasferimento per startup provenienti da oltre 100 km.

 

Al bando possono partecipare tutte le imprese costituite da meno di 24 mesi e quelle che si impegnano a costituirsi entro 3 mesi dall’assegnazione del contributo. Nella prima fase di screening le imprese saranno valutate secondo criteri quali: la capacità di produrre impatto sociale, le ricadute per l’area metropolitana milanese, la fattibilità e sostenibilità del progetto e al suo grado di innovazione.

Leggi anche: