17gen

Facebook all’assalto di Google: la ricerca online diventa social

Facebook lancia la sua sfida a Google puntando tutto su un nuovo motore di ricerca social e a guadagnarci presto potrebbero essere anche le piccole aziende. Promette infatti di offrire nuove importanti opportunità anche alle imprese il nuovo strumento di ricerca presentato in pompa magna dallo stesso ideatore di Facebook, il giovane Mark Zuckerberg, e che si chiama Graph Search. Questa nuova funzionalità consentirà a tutti gli iscritti al social network più diffuso al mondo di effettuare ricerche in modo più facile proprio all’interno di Facebook. Ogni utente potrà rivolgere al motore di ricerca una domanda precisa e ottenere una risposta altrettanto esatta. E dove Graph Search non dovesse essere in grado di soddisfare la richiesta in base ai dati Facebook disponibili, interviene il motore di ricerca di Microsoft Bing. Tra i due motori infatti è stata creata una sorta di integrazione che permetterà di ottenere risultati sempre più efficaci. Ma quali saranno le informazioni ottenibili grazie al nuovo sistema di ricerca? Come ha tenuto a spiegare dettagliatamente lo stesso Zuckerberg, Graph Search non è una vera e propria web search, ossia un motore come gli altri già attivi.

La web search, infatti, come si sa, punta a offrire migliori risultati possibili a partire da un insieme di parole chiave. Con Graph Search, invece, l’utente combina delle frasi per visualizzare un insieme di persone, luoghi, foto o altri contenuti condivisi su Facebook.

Il nuovo motore ovviamente tiene conto delle impostazioni di privacy degli utenti e se da un lato aiuta a effettuare ricerche sul social network, dall’altro consente agli utenti di vedere solo i contenuti che sono già autorizzati a visualizzare sulla piattaforma. In questo modo in pratica migliaia di informazioni utili si mescoleranno e avranno la possibilità di giungere sullo schermo di un qualsiasi utente alla ricerca di determinati dati. Si capisce allora come Graph Search possa diventare presto uno straordinario strumento di autopromozione per migliaia di aziende, soprattutto piccole, che avranno una possibilità in più per farsi conoscere online e per vendere i propri prodotti, tenendo conto di una platea potenziale che per Facebook ormai ha raggiunto il miliardo di utenti. La prima versione del Graph Search è incentrata su quattro aree principali: persone, foto, luoghi e interessi. Secondo quanto dichiarato dallo stesso Zuckerberg si tratterà di un modo completamente nuovo per ottenere informazioni. E per spiegarlo ancora meglio ha anche raccontato un esempio pratico che lo ha coinvolto direttamente. Qualche tempo fa, quando lo strumento era ancora in fase di sperimentazione, lui e la moglie Priscilla lo hanno utilizzato per scegliere la foto da usare per gli auguri natalizi. Dalla ricerca sono venute fuori le foto presenti su Facebook che potevano contare sul maggior numero di “mi piace”. Insomma, uno strumento sicuramente ancora tutto da scoprire, ma che promette di avere potenzialità davvero incredibili, soprattutto per chi saprà utilizzarlo nella maniera migliore per fini imprenditoriali. Non resta che attendere, d’altronde finora Zuckerberg non si può dire che non abbia già avuto idee geniali.

Leggi anche: