24nov

Fuga di cervelli, ma ritorno di start-up. Date un’occhiata al Best.

Fuga di cervelli? Magari, se è solo per un periodo. Ci sono borse di studio che permettono infatti di trascorrere un periodo all’estero con l’obiettivo specifico di ritornare e mettersi in proprio, in settori innovativi. Uno di questi è il Fulbright BEST (Business Exchange and Student Training). Costola del Fulbright, la più famosa borsa di studio americana in Italia, è un programma nato nel 2006 “per favorire il cambiamento culturale nelle giovani generazioni di scienziati con un progetto imprenditoriale, proponendo un modello basato su innovazione e trasferimento tecnologico”.

Il programma, promosso dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma, e gestito dalla Commissione Fulbright, è rivolto a giovani ricercatori nei campi dell’ICT, Biotech, Tools and Machinery, Energy and Green Technology che lavorano su promettenti idee imprenditoriali, risultato di progetti di ricerca, da trasformare in un business gestito in prima persona. I partecipanti hanno l’opportunità di una full immersion di 12 mesi negli Stati Uniti, dove sono nate alcune delle aziende globali protagoniste della crescita negli ultimi venti anni. I partecipanti frequentano corsi accademici su imprenditorialità innovativa, marketing, finanza e gestione aziendale, potendo scegliere tra le università più prestigiose degli Usa, e uno stage presso un’azienda ad alto potenziale di crescita. Sono previste anche opportunità di networking in collegamento con business communities italiane e statunitensi. L’iniziativa viene realizzata con il contributo di donatori pubblici e privati ma la cosa più interessante sono i risvolti pratici che il corso ottiene: a oggi infatti 20 delle start-up del Best hanno già trovato realizzazione. Tra queste Agroils, creata a Firenze nel 2006 da Giovanni Venturini Del Greco, che produce biocombustibili in Africa. O la Gobi Labs, fondata a Milano nel 2012 da due amici, Davide Giacomo Tommasi e Matteo Rigamonti, che si sono inventati una app per iPhone che crea percorsi turistici personalizzati (è già pronta quella di Milano) in base al profilo dell’utente. La prossima edizione del bando per Fulbright BEST scade il 4 dicembre.

 

 

Leggi anche: