07dic

Fumetto, moda, architettura, gastronomia. Lo stato dell’arte in Emilia-Romagna.

Dare supporto formativo e sostegno economico a giovani imprenditori del mondo culturale e artistico. Con questo obiettivo la Regione Emilia Romagna ha deciso di stanziare un fondo di circa 175mila euro  che dovrà servire proprio per promuovere giovani artisti e aspiranti imprenditori che vogliano realizzare progetti creativi. Il bando, destinato agli under 35, punta infatti a dare visibilità ai progetti imprenditoriali basati sulla creatività, affiancandoli e sostenendoli con servizi di consulenza amministrativa e gestionale. L’iniziativa, con la quale si spera di favorire l’inserimento lavorativo di giovani artisti, tra l’altro potrà contare sulla fattiva collaborazione dell’Associazione Gaer (Giovani Artisti Emilia Romagna). 

I fondi saranno utilizzati per finanziare progetti di giovani che vogliono mettere su attività imprenditoriali stabili nell’ambito del cinema, del’editoria, del fumetto, della danza, della moda, dell’architettura, del teatro e della gastronomia. Sono previsti contributi fino a 8 mila euro, come anche spazi di formazione e consulenza.

Fondamentale per la riuscita del programma di finanziamenti, sarà la collaborazione che potrà essere garantita a livello locale dai vari enti territoriali coinvolti nei settori interessati dai finanziamenti. Quello a cui si punta infatti è il superamento del pregiudizio che da sempre investe il settore artistico ritenuto inadeguato a dare reale stabilità economica e professionale a chi ne fa parte. La speranza invece, secondo i promotori dell’iniziativa, è che il contributo che arriverà da questo programma di sostegno economico, sia effettivamente “parte integrante di una nuova modalità di percezione del mondo della cultura e delle figure che in essa desiderano operare ed operano, non solo un simbolico incentivo in denaro”.
Da un punto di vista operativo, è bene ricordare che le domande dovranno arrivare entro l’1 marzo 2013 direttamente all’associazione Gaer e dovranno riportare come oggetto la dizione “Bando Creatività e imprenditoria”. Importante ricordare che non saranno ammessi progetti che già usufruiscono di contributi diretti da parte della Regione Emilia-Romagna e che ciascun soggetto partecipante potrà presentare un solo progetto.

Leggi anche: