26gen

Funder 35: le magnifiche 50 start-up culturali italiane

Presentate stamattina al ministero dei Beni e delle Attività Culturali le 50 pmi culturali selezionate col bando Funder35 – l’impresa culturale che cresce, dedicato alle organizzazioni culturali non profit composte prevalentemente da giovani sotto i 35 anni di età, che saranno sostenuti con 2,5 milioni di euro di risorse private (una media di 50 mila euro a iniziativa).

 

I 50 progetti selezionati interessano 14 regioni italiane, dal Piemonte alla Sicilia, sono attivi in diversi settori (danza, teatro, musica, fotografia, cinema, arte, fumetto, enogastronomia e turismo). L’obiettivo di Funder35 è sostenere e accompagnare le imprese culturali già attive e composte prevalentemente da giovani sotto i 35 anni per rafforzarle sia sul piano organizzativo che gestionale, premiando l’innovatività e favorendo la sostenibilità. L’iniziativa è nata nel 2012 dall’Acri, l’associazione delle fondazioni, dalla sua Commissione per le Attività e i Beni Culturali ed è giunta al secondo triennio. Quest’anno il bando è promosso da 18 fondazioni, abbracciando così larga parte del territorio nazionale.

 

Oltre ai 50 progetti selezionati, Funder35 ha previsto un percorso di accompagnamento per ulteriori 12 organizzazioni culturali non profit individuate attraverso il Bando: non riceveranno un contributo economico, ma beneficeranno di servizi di supporto formativo e accompagnamento. Tutte le società selezionate sono reperibili qui.

Leggi anche: