04nov

Gala Lab: nasce a Roma il primo acceleratore per start-up che migliorano le città

Nasce a Roma Gala Lab, il primo acceleratore d’imprese innovative a sostegno della nascita e dello sviluppo di start-up ad elevata innovazione tecnologica nei settori green energy, smart building, mobilità e trasporti, industria 4.0, smart tourism, life sciences. Tradotto in italiano, come migliorare la vita nelle città di oggi.

 

Il trend verso l’urbanizzazione continua ad accelerare ovunque (3,7 miliardi di persone vivono nelle aree urbane e nel 2050 saranno il doppio) e le sfide che le amministrazioni locali dovranno affrontare vanno dall’approvvigionamento di energia alla gestione efficiente degli edifici e del territorio, da una mobilità più sostenibile fino alla sicurezza e ai servizi al cittadino, creando al contempo grandi opportunità di sviluppo economico. Roma in particolare, dove nasce Gala Lab, è l’esempio di quanto è difficile trasformare una città a misura di cittadino moderno.

 

Tuttavia tra le start-up incubate o accelerate quelle che si occupano di soluzioni e servizi per le città “intelligenti” sono ancora una minima parte: da un’analisi dei principali Venture Incubator italiani è infatti emerso che solamente il 5% delle start-up presenti nei portafogli può esser definita come attiva nel segmento Smart City & Community. I principali incubatori si sono invece focalizzati negli ultimi anni sul mondo web (40% del totale del campione), mobile apps (21%) ed e-commerce (20%).

 

Gala Lab si propone invece di supportare proprio le start-up attive nelle soluzioni e nei servizi per le smart cities & factories, mettendo a disposizione un articolato programma di Venture Acceleration che comprende investimenti di fondi propri e co-investimenti di terzi, servizi  di mentoring, coaching e temporary management per le startup. Le startup accelerate avranno a disposizione anche spazi fisici. Per partecipare, il gruppo ha lanciato una call per raccogliere e selezionare le candidature di iniziative da inserire nel suo programma di accelerazione e sono già in fase avanzata i processi di due diligence relativi alle prime possibili operazioni di investimento in equity ed accelerazione di start-up innovative nei settori target. “L’obiettivo di questa prima Call for Ideas – spiega il prof. Roberto Guida, A.D. di GALA LAB – è sollecitare l’ecosistema delle startup italiane, cercando di individuare e sostenere le innovazioni che saranno alla base della produzione, della distribuzione e dell’uso dell’energia e delle tecnologie per le smart cities & factories di domani”.

Leggi anche: