24apr

Giovani agricoltori: da Ismea fino a 70.000 euro per mettere su la propria impresa

L’agricoltura è uno dei pochi settori in crescita in Italia e molti giovani se ne stanno interessando. Adesso arriva un nuovo bando che dà la possibilità a chi non ha i capitali di provare a “scendere in campo”.

 

Il bando dell’Ismea la cui chiusura è prevista per il 12 maggio 2017 prevede un contributo in contro interessi nella misura massima attualizzata di 70.000 euro, erogabile per il 60% alla conclusione del periodo di preammortamento (e dunque all’avvio dell’ammortamento dell’operazione) e per il 40% all’esito della corretta attuazione del piano aziendale allegato alla domanda di partecipazione. L’attuazione del piano deve essere avviata entro 9 mesi dalla data di stipula dell’atto di concessione delle agevolazioni e completata in un periodo massimo di cinque anni dalla stipula stessa.

 

L’intervento è finalizzato all’acquisizione dell’azienda agricola da parte del giovane. La domanda di partecipazione deve essere presentata in forma telematica mediante il portale dedicato e compilata secondo le modalità nello stesso indicate. Inoltre, per l’individuazione dei beneficiari, oltre al rispetto delle condizioni di ammissibilità, sarà considerato anche l’ordine cronologico di presentazione delle domande (click day), determinato in base alle informazioni risultanti dal protocollo informatico dell’Ismea.

 
Chi può candidarsi: i giovani che intendono insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda e che, alla data di presentazione della domanda, abbiano un’età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni (non ancora compiuti), siano cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea e siano residenti in Italia. È richiesto, inoltre, il possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali. Info qui.

Leggi anche: