27giu

Start-up: bandi e concorsi di giugno e luglio

 

Creare almeno 15 start-up provenienti dai tutti i paesi dell’area dell’Adriatico, la migliore delle quali avrà accesso all’Investors Conference che si terrà a Corfù i primi di ottobre.  Il programma prevede 10 giornate di formazione (due settimane residenziali presso l’incubatore JCube a Jesi) sui temi del business plan, dell’attrazione di investimenti e dell’elevator pitch, con docenti provenienti da importanti business school e università europee ed americane. In parallelo, i progetti selezionati saranno affiancati da mentor specialistici operanti in primarie imprese e gruppi di business angels. Scadenza il 30 giugno, qui il regolamento.

 

 

Coltiva l’idea giusta. Arrivato alla sua quinta edizione, il contest per idee e start-up che riguardano l’agricoltura. Si vincono 6 mesi di incubazione e linee di credito a tasso zero. Tutte le info qui. Scadenza, 31 agosto.

 

Il concorso Petroleum promosso dalla Fondazione Obiettivo Lavoro sostiene startup con progetti che possano generare nuova imprenditorialità e occupazione, valorizzando le richezze italiane. Le migliori idee innovative nei settori del patrimonio culturale, artistico, enogastronomico, ambientale e della promozione e gestione del turismo, verranno premiate con un premio complessivo di 200.000 euro. Fino al 30 giugno.

 

Nuovi finanziamenti per le imprese. Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione nuovi finanziamenti per aziende nei settori Ict e industria sostenibile. Il Ministero dello Sviluppo Economico stanzia 400 milioni di euro per le aziende che investono in progetti di Ricerca e Sviluppo nei settori delle Information and Communication Technology, ovvero le tecnologie dell’informazione e della comunicazione elettronica, e dell’economia sostenibile, ossia più green e efficiente sotto il profilo delle risorse.  Le imprese interessate devono presentare una istanza preliminare, secondo le indicazioni contenute nei bandi, attraverso l’apposita procedura online del Mise, a partire dal 25 giugno 2015, per il bando Agenda digitale, e dal 30 giugno 2015, per il bando Industria sostenibile.

 

Smart&Start: i finanziamenti per le start-up saranno più facili. Tutte le info sul sito di Invitalia.

 

Agevolazioni per start-up agricole in Emilia Romagna. Il nuovoPiano di sviluppo rurale prevede in particolare un premio fino a 50.000 euro ai giovani che aprono un’impresa agricola. All’interno del piano di sviluppo rurale, 128 milioni di euro sono destinati infatti ai giovani. Chi avvierà una nuova impresa agricola potrà contare su un premio di 30 mila euro per il primo insediamento, che saliranno a 50 mila nelle zone con vincoli naturali o di altro tipo. Inoltre gli under 40 avranno una priorità di accesso in tutte le misure del nuovo Psr.

 

La Unicoop festeggia il settantesimo della sua fondazione con un progetto che favorisce in modo concreto l’occupazione giovanile, grazie alla costituzione d’imprese cooperative. L’iniziativa è rivolta a gruppi (composti da almeno 3 persone) in maggioranza di età inferiore ai 35 anni, che intendono costituire un’impresa cooperativa o che l’abbiano costituita nel 2015 nelle aree di attività di Unicoop Tirreno. L’obiettivo è quello di dare un contributo concreto, anche economico, allo sviluppo di idee imprenditoriali da realizzare in forma cooperativa. In palio 100 mila euro. Ecco come.

 

Bando internazionale per premiare le idee innovative e tecnologie per l’agribusiness. Promosso da UNIDO ITPO Italy, Ufficio in Italia per la Promozione Tecnologica e degli Investimenti dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale, in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Le proposte devono essere inviate entro  il 30 giugno.

 

Agevolazioni per giovani che vogliono mettersi in proprio in agricoltura. L’Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) ha istituito le agevolazioni per l’insediamento di giovani in agricoltura, mettendo a disposizione fino a 70mila euro per i giovani agricoltori che intendono insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola. Tutti i dettagli qui. 

 

 

Leggi anche: