18mar

H-Farm, il Veneto punta 1,5 milioni sull’incubatore di Donadon

La Regione Veneto crede nelle start-up. Ieri infatti il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha annunciato che la regione entrerà con 1,5 milioni in H-Farm; incubatore di start-up di cui abbiamo parlato ampiamente qui a l’Arancia.

 

Di H-Farm si era parlato nei giorni scorsi soprattutto perché l’incubatore con sede a Roncade, Treviso (ma con filiali anche a Seattle, negli Usa, a Mumbai, in India, e Londra), era stato il luogo della prima uscita di Matteo Renzi come presidente del Consiglio. La regione entra nel capitale di H-Farm con circa il 4%.

 

L’azienda fondata dall’imprenditore Riccardo Donadon in nove anni ha investito 15,4 milioni in 54 nuove aziende, che hanno creato 350 posti di lavoro e hanno un fatturato complessivo superiore ai 30 milioni di euro. Sempre con un occhio al territorio: l’idea di Donadon è infatti quella di creare una sorta di Silicon Valley nel Veneto. E di qui al 2018 sono previsti ulteriori investimenti per 10 milioni.

 

Donadon si è detto orgoglioso dell’accordo: “per noi è un bellissimo segnale di cooperazione tra pubblico e privato. Obiettivo comune è riuscire a far crescere il territorio“. Anche il presidente del Veneto Luca Zaia ha ribadito che puntare sulle start-up significa un cambio di passo: ” L’aumento di capitale significa mettere soldi sonanti a favore dell’impresa” ha detto Zaia. Qui c’è un incubatore non solo di imprese, ma anche di una nuova idea di mercato e di economia”.

Leggi anche: