25mag

Ibm a caccia di start up, per farle crescere e conoscere

Entrare in contatto diretto con fondi di venture capitalist, mentor, industry leader e top management: è questo uno degli obiettivi fondamentali del Global Entrepreneur Program, iniziativa avviata recentemente dalla Ibm. Il progetto prevede la selezione di idee e soluzioni innovative presentate soprattutto da start up, ma anche da aziende già avviate che non abbiano però alle spalle più di cinque ani di attività. Ibm promette di supportare queste piccole imprese nel loro programma di sviluppo iniziale e poi, come accennato, di creare le condizioni ideali per dare loro adeguata visibilità a livello internazionale.

L’appuntamento dunque è fissato per il prossimo 3 luglio quando presso l’Ibm Client Center di Milano si terrà l’evento Ibm Smart Camp, che sarà appunto l’occasione per la presentazione dei progetti partecipanti all’iniziativa.

Come accennato, saranno ammesse tutte le start up e le aziende avviate da poco, a condizione che si tratti di società private con in corso un progetto di sviluppo software di un prodotto o di un servizio. I progetti che verranno selezionati, potranno contare sull’esperienza Ibm e su tutta una serie di risorse tecniche e di visibilità (utilizzando il software Ibm onsite o sul cloud gratuito), oltre che di mentoring e networking, che l’azienda metterà loro a disposizione per diventare competitive sul mercato. Da sottolineare infine che la partecipazione all’iniziativa è completamente gratuita. Basterà infatti registrarsi all’Ibm PartnerWorld e aderire al nuovo programma. E ovviamente un grosso in bocca al lupo a tutti quelli che proveranno a proporre qualche idea innovativa.

Leggi anche: