28mar

La formazione in azienda: il caso Kerakoll

Sulle pagine di alcuni giornali nazionali è possibile che abbiate visto il volto del CEO di Kerakoll, l’azienda di Sassuolo di prodotti per l’edilizia, accanto alla scritta “I like you”. Non è una dichiarazione di San Valentino in ritardo, ma il messaggio che Gian Luca Sghedoni lancia ai giovani neolaureati con zero esperienza.

“Cerco neolaureati privi di esperienza ma ricchi di talento”, questa è la richiesta base di Kerakoll4talent, l’iniziativa per trovare i manager del futuro.

Questa “chiamata alle armi” avviene due volte all’anno, e la prima del 2014 sta per concludersi a breve. Kerakoll4talent nasce nel 2011, dopo una svolta green dell’intera azienda, con lo scopo di formare per cinque anni nuovi manager. Dopo i primi due anni, a cui dopo 5 anni di formazione, a cui affidare dopo 2 anni la responsabilità di un ramo dell’azienda di 5-7 milioni di euro di fatturato, e dopo altri 3 anni la gestione di una filiale all’estero. Le storie degli assunti sul

Tre sole richieste: il candidato deve essere laureato in una materia legata all’economia (economia, management, marketing, ingegneria gestionale), avere meno di 26 anni e una perfetta conoscenza dell’inglese. Nessuna esperienza richiesta.

Formare da zero una risorsa all’interno di una azienda è sicuramente un costo, ma è più facile che la persona si adatti alla tecnica di lavoro portata avanti dall’azienda, intanto un giovane ambizioso può provare le proprie capacità all’interno di un’azienda con circa 350 milioni di euro di fatturato all’anno, e poi sfruttare tutta la sua esperienza (compresa quella fatta in una delle filiali all’estero) in un futuro progetto da imprenditore.

Se siete in cerca di lavoro, avete ancora un giorno di tempo per mandare il vostro curriculum. Leggendo le storie dei ragazzi assunti finora non ci troviamo di fronte a laureati nella media, ma tentare non nuoce.

Leggi anche: