09mar

La Tana, quando l’eco-sostenibilità si fa impresa

Organizzare eventi e manifestazioni nelle quali il filo conduttore sia l’eco-sostenibilità. E’ questa l’idea con cui nasce La Tana, un progetto che prima che un’azienda è uno stile di vita come ci racconta Paola Lucchetti, promotrice dell’iniziativa insieme al suo socio Diego Di Sturco. Lui è art director e dunque possiede una formazione artistica, mentre Paola è una progettista che da anni lavora nel mondo delle Ong e del terzo settore, e gestisce progetti europei e locali. “Ci siamo ritrovati a condividere gli stessi interessi per l’ambiente, la salute e la natura, e da qui è venuto il proposito di concretizzare queste passioni con una serie di attività che potessero esprimerle al meglio”. E’ la scintilla che da il via ad una serie di iniziative che vanno dalle attività di riciclo a quelle di riutilizzo di materiale di scarto, dallo sfruttamento di materie naturali fino al rilancio di una cucina che utilizzasse prodotti genuini e a chilometri zero.

“La nostra prima uscita avviene a Cassino – racconta Paola – cittadina che è diventata un po’ nel tempo il teatro principale della nostra attività. Partecipammo ad un Eco-Festival con un nostro stand che riscosse subito grande successo grazie ad una serie di workshop nei quali insegnavamo a utilizzare il cuoio, la carta e le stoffe per gli usi più diversi”. Un primo assaggio di quello che nel tempo è diventata un’offerta talmente variegata da poter essere sfruttata per organizzare vere e proprie manifestazioni nel quale l’eco-sostenibilità diventa un po’ il fil rouge. “In pratica – spiega Paola – noi per una cifra pari a circa 3mila euro siamo in grado di organizzare un evento per il quale utilizziamo materiali di riciclo per gli stand, offriamo cucina a chilometri zero, effettuiamo la raccolta differenziata durante tutta la durata dell’iniziativa. E ancora, non usiamo plastica e offriamo per agli standisti materiali eco-sostenibili per le loro esigenze”. Insomma, chiunque voglia organizzare una kermesse qualsiasi, da un festa ad una cerimonia, da un meeting a una manifestazione, e volesse connotare l’iniziativa con elementi di eco-sostenibilità, non deve fare altro che rivolgersi alla Tana, che da tempo sperimenta proprio questo tipo di soluzioni.

LaTana2 (2)

“In questi anni – dice Paola –  abbiamo ad esempio girato per locali proponendo aperitivi vegetariani, oppure organizzando workshop dedicati al riciclo e all’eco-design. E ancora, siamo stati promotori di eventi dedicati all’economia solidale ai quali hanno partecipato decine di volontari appartenenti ad associazioni che operano in Italia e nel mondo”. Insomma una lenta e puntuale acquisizione di tutto quel background di conoscenze e di contatti che oggi permette a Paola e Diego di potersi fare promotori in proprio di iniziative legate al mondo del green. “Per questa estate – annuncia Paola – abbiamo in programma una manifestazione, che si terrà sempre a Cassino, intitolata Rinnovata Energia. Ci saranno 5 giornate dedicate a laboratori creativi, tre giornate di festival con mercati agricoli e del riciclo, e ancora tre serate di concerti, il cui piatto forte sarà la presenza dei Tetes de Bois con il loro ormai celebre palco a pedali”. Uno sforzo organizzativo enorme, per il quale da qualche tempo i due giovani imprenditori si sono attrezzati con una struttura aziendale più idonea.

“Innanzitutto – afferma Paola -dalla metà del 2012 abbiamo costituito un’associazione con il nome de La Tana. A breve invece ci costituiremo in cooperativa sociale di tipo B, e in questo senso abbiamo già contatti avviati con Legacoop. Se tutto va bene da aprile dovremmo partire e, tra i componenti della cooperativa, oltre a me e Diego ci dovrebbe essere anche mia sorella e qualche altro attivista dell’associazione”. Il nodo dei finanziamenti resta come per tutte le start up un tasto dolente. “In questa fase possiamo contare sui proventi dei premi ottenuti alla Start Cup del Molise, a cui abbiamo partecipato in quanto io sono originaria di questa Regione – fa notare  Paola -. Per il resto puntiamo sull’autofinanziamento per raggiungere la quota di 20-25mila euro necessari a a dare il via alla cooperativa”. Primo banco di prova sarà dunque la citata manifestazione di questa estate. E allora, noi non possiamo fare altro che dare appuntamento a tutti dal 16 al 23 giugno a Cassino con Rinnovata Energia, nella speranza che questa iniziativa possa essere solo il prima di mille altri eventi macchiati dal verde de La Tana.

Leggi anche: