25feb

Non solo hi-tech: è ora di puntare sulle start-up culturali

Creare opportunità di lavoro in ambito culturale e creativo per i giovani tramite la costituzione di start up in forma cooperativa. Questo l’obiettivo di Culturability, iniziativa promossa dalla Fondazione Unipolis insieme a Fondazione Ahref. Il bando mette a disposizione 200 mila euro per promuovere la costituzione di nuove imprese che saranno accompagnate nello sviluppo delle idee.

Culturability è uno spazio in cui la cultura genera innovazione e occupazione con progetti sostenibili a forte impatto sociale promossi dai giovani. Un posto in cui lo stretto legame tra cultura, creatività e sviluppo si riafferma a partire dalla nascita di nuove imprese.

Per promuovere la creazione e sostenere queste start up, la partecipazione è aperta dal 21 febbraio al 30 aprile a progetti che coniughino cultura e creatività, coesione sociale, occupazione giovanile e innovazione, presentati da giovani tra i 18 e i 35 anni che vogliano creare una nuova cooperativa. Il team di lavoro deve essere composto da almeno 3 persone (il numero minimo per costituire una cooperativa) e possono partecipare anche spin off di università, associazioni e organizzazione non-profit o cooperative e cooperative sociali costituite da non più di un anno e ancora inattive.

Ai progetti partecipanti al bando viene offerto un contributo economico e il supporto di una rete di partner, che accompagneranno e seguiranno le idee imprenditoriali fino alla loro trasformazione in cooperative. Verranno messe a disposizione attività di consulenza, tutoraggio e mentorship da parte di: Unipol Banca, Unipol Assicurazioni, Legacoop, Generazioni, SeniorCoop e Coopfond. La Fondazione Ahref, con la sua piattaforma Timu, si occuperà invece di far vivere il progetto sul web.

Il bando funziona così: la cifra viene suddivisa fra un massimo di 10 progetti che verranno selezionati fra quelli presentati con un contributo di 20.000 euro per ciascun progetto. Il numero delle idee imprenditoriali selezionate che accederanno al contributo economico varierà in funzione della quantità e della qualità delle proposte pervenute. Il vantaggio di Culturability è che si tratta di una iniziativa che non riguarda solo imprese innovative in ambito tecnologico ma punta a investire nella cultura: cultura non come “old economy” ma come risorsa fondamentale anche per rilanciare l’economia del Paese.

Leggi anche: