19gen

Pmi: arrivano quelle innovative, la galassia start-up si allarga

Novità importanti per le start-up e le piccole e medie imprese. Nel decreto che sarà presentato domani in Condiglio dei Ministri si prevede infatti l’introduzione di un nuovo soggetto, le “pmi innovative”.

 

Vediamo meglio di cosa si tratta. Il Decreto, chiamato “Investment compact”, prevede che queste piccole  e medie imprese possano usufruire delle agevolazioni fiscali e societarie riservate per le start-up innovative. Ma per usufruire di questi benefici le nuove pmi dovranno corrispondere ad alcune caratteristiche ben precise. In particolare, dovranno: sostenere spese in ricerca e sviluppo in misura pari o superiore al 5% del maggior valore fra costo e valore totale della produzione;  impiegare personale altamente qualificato (ad esempio dottori di ricerca) in percentuale uguale o superiore al terzo della forza lavoro complessiva; essere titolari, depositari o licenziatari di almeno una privativa industriale relativa a una invenzione industriale. Infine, le pmi innovative dovranno essere iscritte in una nuova sezione del registro delle imprese che verrà istituita ad hoc.

 

Domani, con la presentazione del decreto, si sapranno tutti i dettagli. Per adesso si sa che altre novità arriveranno sul fronte dell’impresa. In particolare, sul fronte delle imprese innovative, arriva una “Schengen delle start-up”: si prevede infatti che le stesse agevolazioni previste per le start-up italiane possano essere applicate alle società residenti in uno Stato membro dell’Unione europea; a condizione però che abbiano una sede produttiva o una filiale in Italia.

Leggi anche: