21apr

Premio Marzotto: parte l’edizione 2017, tutte le novità

Ha aperto ieri il bando della settima edizione del Premio Gaetano Marzotto, il riconoscimento che cerca nuovi imprenditori che siano in grado di far convivere innovazione, impresa e società, creando una sinergia concreta tra il mondo dell’innovazione e quello dell’industria italiani, con un orizzonte internazionale. Un percorso volto a sostenere le pmi innovative e le start-up in fase seed in uno spirito di condivisione tra grandi aziende e giovani imprese innovative.

 

Cosa cambia in questa edizione 2017? Affinati i bandi Premio per l’impresa e Premio dall’idea all’impresa – rivolti rispettivamente il primo, di 300.000 euro, a società costituite con o un fatturato di almeno 100.000 euro o un partner finanziario o industriale, fatta eccezione per le società del settore bio/med/lifescience/healt care che per loro natura hanno tempistiche e modalità di sviluppo a sé stanti; il secondo, di 50.000 euro, a startup con team la cui età media sia under 35 – in palio, attraverso la partecipazione ai due bandi, gli oltre 30 percorsi di affiancamento offerti dal network incubatori e parchi scientifici e tecnologici affiliati e i diversi Premi Speciali promossi dalle corporate partner quali: Amazon Launchpad Award, Premio Speciale Aubay Digital Transformation, Premio Speciale Cisco, Premio Speciale Corporate Fast Track (che vede la partecipazione di Gruppo Vinicolo Santa Margherita, Illycaffè, Santex Rimar Group, Selle Royal Group e ZCube – Research Venture Zambon Group), Premio Speciale EY, Premio Speciale IngDan Far East Development, Premio Speciale Invitalia, Premio Speciale Marzotto Acceleration Program e Premio Speciale UniCredit Start Lab.

 

“Grazie al Premio Marzotto anno dopo anno abbiamo contribuito al formarsi di un incredibile network di soggetti pronti a giocare con noi la partita del futuro. Le nuove imprese e le start-up formate da migliaia di giovani brillanti sono oggi tra i motori dell’economia del nostro Paese. – dichiara Matteo Marzotto, Presidente di Associazione Progetto Marzotto – Investendo in tecnologia e innovazione l’Italia e le nostre aziende potranno guidare la rivoluzione dell’Industria 4.0, dell’open innovation, come quella dei servizi ad alto contenuto digitale”.

 

Il Premio è ispirato alla figura di Gaetano Marzotto. “Non è un erogatore di premi, ma è diventato negli anni una piattaforma continuativa per l’innovazione italiana. – dichiara Cristiano Seganfreddo, direttore di Progetto Marzotto – Oggi possiamo e dobbiamo sostenere le realtà che davvero hanno una visione internazionale, che parlano al mondo e stanno nel mondo. Non possiamo disperderci in mille rivoli territoriali. Dobbiamo concentrarci sulle emergenze positive e riscontrarle attraverso un network globale. L’innovazione ha avuto troppa comunicazione e meno azioni corrispondenti. Il Paese è sensibilizzato al tema, adesso bisogna fare, per davvero”.

 

Dal 2010 a oggi, Premio Gaetano Marzotto ha elargito a start-up italiane e innovatori oltre 6 milioni di euro tra premi e percorsi di affiancamento, con 286 finalisti selezionati, più di 4500 applicazioni ricevute, 40 tra incubatori e acceleratori coinvolti e un centinaio tra giurati e operatori attivi. Complessivamente il Premio ha generato decine di milioni di euro di investimenti indiretti.

Leggi anche: