12mar

Primavera, tempo di start cup

L’inverno sta finendo e anche per la voglia di start up è un buon momento per iniziare. Magari partendo da una delle varie start cup che si aprono in giro per l’Italia.

Di che si tratta? Di concorsi su base regionale che puntano a selezionare i migliori progetti di impresa per poi sostenerli e strutturarli grazie all’aiuto di esperti e in certi casi finanziatori. Una specie di “talent” insomma per chi ha un’idea di impresa e la vuole realizzare, passando attraverso il giudizio – e il supporto – di esperti e concorrenti. Come abbiamo visto nella storia di Barbara Labate e del suo Risparmio Super, la business competition può essere il fattore determinante di successo di un’idea imprenditoriale e questi concorsi solitamente si compongono di due fasi, il cosiddetto “call for ideas” cioè la possibilità di sottomettere un progetto ancora embrionale di idea imprenditoriale, sulla quale si verrà consigliati, e la vera e propria business competition tutta basata sul business plan.

images

I vincitori di ogni Start Cup regionale parteciperanno alla finalissima nazionale, chiamata Premio Nazionale per l’Innovazione. La finale nazionale sarà quest’anno a Genova il 31 ottobre.

A partire da questi giorni ogni regione organizza la sua Start Cup, che coinvolge partner universitari e solitamente banche  del territorio. Per esempio in Veneto le Università di Padova, Venezia Ca’ Foscari e Verona con la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo lanciano la Start Cup Veneto 2013 giunta alla dodicesima edizione. Possono partecipare gruppi di almeno 3 persone che abbiano un’idea imprenditoriale innovativa da proporre e si impegnino, in caso di vittoria, a costituire un’impresa sul territorio regionale. La giuria è formata da personalità di rilievo provenienti dal mondo dell’impresa, della finanza e della ricerca. Saranno selezionati 5 progetti a cui verranno conferiti premi di 10.000, 5.000, 3.000, 2.000 e 1.000 euro per dare un primo sostegno concreto alla creazione dell’impresa. I premi verranno assegnati ai migliori progetti nei settori Life Science, ICT & Social Innovation, Agrifood & Cleantech e Industrial.

 

Sono previsti quattro incontri di formazione gratuiti sulla redazione di un efficace business plan e sulle tematiche economico-gestionali aziendali tenuti da docenti e professionisti d’impresa. Il primo evento, Start Cup Spritz, si terrà alla fine di marzo, mentre l’ultimo è previsto il 7 maggio 2013. Le date degli incontri saranno disponibili sul sito della manifestazione. Start Cup Veneto 2013 terminerà in settembre con la proclamazione dei vincitori all’Università di Verona. Le iscrizioni per partecipare a Start Cup Veneto sono già aperte e si effettuano sul sito Internet www.startcupveneto.it

 

Spostandoci a Milano, ecco Start Cup Milano Lombardia

 

Promossa da un ampio raggruppamento di Università e Incubatori lombardi che favorisce la nascita di nuove imprese ad alto contenuto innovativo. Anche qui i progetti vincitori della selezione, dopo la premiazione, sono ammessi a partecipare al Premio Nazionale per l’Innovazione. Le novità del 2013 di Start Cup Milano Lombardia prevedono che le proposte imprenditoriali saranno possibili in tre diverse sezioni di riferimento: 1) Ict e servizi; 2) Tecnologie verdi; 3) biotech, farmaceutica e agrindustria. È prevista una menzione speciale ed un premio aggiuntivo destinati ad evidenziare il progetto che meglio coniughi la sostenibilità economica con una rilevanza sociale o ambientale. Altra novità 2013 è la collaborazione con Microsoft Youthspark per la formazione ed il tutoraggio ad una selezione di team che partecipano alla Call for Ideas.Per partecipare (gratuitamente) si accede sia attraverso il Call for Ideas sia partecipando alla Business Plan Competition per chi ha già un piano di business.

Maggiori informazioni nella sezione Candidature.

 

Schermata 2013-03-12 alle 09.57.13Stesso discorso per Start Cup Valle d’Aosta. 
Il concorso si articola in due fasi. Nella prima fase – Concorso delle Idee – si presenta un’idea di impresa descrivendo sinteticamente il progetto ed evidenziando il contenuto innovativo e i settori applicativi.
Nella seconda fase – Concorso dei Business Plan – si presenta un Business Plan completo, che deve descrivere un progetto imprenditoriale caratterizzato da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica, indipendentemente dal suo stadio di sviluppo. A questa fase possono partecipare sia i vincitori del Concorso di Idee, sia soggetti esterni portatori di un Business Plan. Le scadenze sono rispettivamente 30 aprile e 29 luglio. Spostandoci più a sud, si ha tempo fino al 31 maggio (idee) e 2 settembre (progetti) per Start Cup Toscana  e ancora più a sud al 20 maggio (idee) e 9 settembre (progetti) per Start Cup Sardegna. Insomma, tenete d’occhio i bandi della vostra regione perché con la primavera quella vostra idea imprenditoriale potrebbe diventare realtà.

 

Leggi anche: