22mag

QuickParty, la festa in scatola per bambini e non solo

“La festa in scatola”: l’idea imprenditoriale nasce da due amiche, Diana Da Ros e Prisca Fumagalli, compagne di scuola al liceo artistico e poi separate da scelte diverse: Diana affermata nell’organizzazione di eventi e di matrimoni; Prisca invece, laureata in disegno industriale, e con un suo studio di design.

Nel 2011 Diana e Prisca però si reincontrano e decidono di formare qualcosa di nuovo e di unico: nasce così Quickparty, un modo veloce e pratico per organizzare feste per bambini (ma non solo) su misura, con un box che contiene tutto il necessario per la riuscita di una festa, dai gadget alle bandierine alle decorazioni.

 

“La festa in scatola” dice Diana a L’Arancia “prende spunto da esempi principalmente inglesi e americani, da realtà dove questo tipo di gadget sono più diffusi, ma anche dalla voglia di rilanciare l’idea italiana della festina in casa”.  È un’idea rivolta soprattutto alle mamme che lavorano e che non hanno molto tempo per organizzare una festa per i figli.

 

Nel box ci sono infatti bandierine, corone, ma anche etichette per personalizzare le bevande, sacchetti per caramelle, scelti secondo il tema della festa. “Sono prodotti rigorosamente made in Italy, non solo per una questione di patriottismo o di gusto ma anche soprattutto perché essendo prodotti destinati ai bambini vogiamo che siano al top della sicurezza, con le vernici atossiche e tutto quanto” continua Diana.

 

Diana e Prisca stanno registrando un buon successo per questa loro attività destinata non necessariamente ai bambini: “ultimamente abbiamo organizzato il matrimonio per una copppia di trentenni” dice Diana “che si trasferivano in Malesia; dunque il tema è stato tutto sui pirati”. Ma oltre ai matrimoni ci sono anche le aziende, che vogliono party aziendali personalizzati con il proprio logo; o marchi di abbigliamento.

Diana e Prisca stanno registrando un forte interesse dall’America; recentemente Diana ha infatti presentato i loro prodotti a una fiera di settore a Las Vegas, dove ci sono state parecchie richieste: quello nordamericano rappresenta un interessante mercato di sbocco. Così adesso le ragazze di Quickparty stanno pensando a una piccola espansione internazionale; puntando soprattutto sull’e-commerce, con la piattaforma attiva da pochissimo.

 

Sul sito ci sono anche idee per movimentare le feste scaricabili gratuitamente, con giochi e inviti stampabili. Le ragazze di Quickparty si stanno attrezzando anche a livello societario: stanno infatti valutando qual è la struttura più adatta alle loro esigenze, e probabilmente opteranno per la srl semplificata, grazie ai risparmi che consente, conclude Diana.

Leggi anche: