08mar

Silicon Valley: le grandi aziende italiani assenti (o quasi)

Chi sono e cosa fanno le grandi aziende europee di base in Silicon Valley? Ecco la fotografia del settore “in diretta” da Mind the Bridge, che presenta oggi i dati a San Francisco. Le aziende europee che hanno un avamposto sono 44, la maggior parte (60%) arrivate negli ultimi sei anni. Oltre un terzo negli ultimi 3 anni. Si va dalla A di Audi alla W di Volkswagen (non a caso, l’automotive è uno dei settori più presenti).

 

A guidare la classifica dei paesi europei più attivi sono Germania e Francia con quasi il 65% degli avamposti in Silicon Valley. Regno Unito segue a distanza (11%), mentre i rimanenti 11 outpost rappresentano 6 paesi (Italia, Spagna, Svezia, Svizzera, Olanda e Finlandia). L’Italia sta cercando di guadagnare le posizioni perdute. Presenze importanti riguardano grandi gruppi come Luxottica, arrivata lo scorso anno, e Enel, giunta ieri con l’inaugurazione del suo Innovation Hub all’università di Berkeley. Il gruppo ha aperto proprio ieri un suo centro presso lo University of California Center for Information and Technology Research in the Interest of Society (Citris). Tra i settori, invece, i più rappresentati sono automotive, telecom, finanza ed energia.

 

Dove sono le aziende? Sul totale delle europee, 14 pari al 32% del totale è basato a San Francisco, che conferma la sua centralità in Silicon Valley; 26 (pari al 59%) sono nella valle, con maggioranza tra i classici Mountain View, Palo Alto e Sunnyvale (15 quartieri generali). Qui il rapporto completo con tutti i dati.

Leggi anche: