29ago

Smart&Start per far crescere le imprese innovative del Sud

Abbiamo parlato dei prossimi investimenti del Comune di Milano per le pmi digitali, ma non ci sono nuove agevolazioni solo al nord Italia. Il 4 settembre 2013, esattamente alle ore 12.00, si aprono le possibilità per società e persone fisiche del Mezzogiorno di ottenere fondi per la propria impresa grazie a Smart&Start.

Il sito smartstart.invitalia.it è il portale in cui si potranno depositare le domande per avere accesso ad agevolazioni, grazie ai 190 milioni di euro stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Il sito è gestito da Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, creata dal Ministero dello Sviluppo Economico con Decreto Mise del marzo 2013. Sarà l’Agenzia a curare tutte le fasi di valutazione, concessione ed erogazione dei contributi, dedicati alle start-up innovative del Sud.

 
Le società possono accedere a due diverse tipologie di incentivi:
 
gli incentivi Smart sono contributi a fondo perduto per coprire le spese sostenute per aprire una nuova società con un business innovativo, accessibili fino a 48 mesi dall’accettazione della domanda;
 
gli incentivi Start prevedono invece contributi a fondo perduto e servizi di tutoring a sostegno di programmi di investimento di imprese con meno di sei mesi di vita, dedite al miglioramento dei servizi di ricerca, pubblica e privata. Possono ricevere fino a 200.000 euro – tutoring compreso.

I due incentivi sono cumulabili, requisiti permettendo.
 
Hanno accesso agli incentivi Smart le seguenti regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna. Per quel che riguarda gli incentivi Start, possono accedere le società di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
 
Non è ancora disponibile una data di chiusura per l’invio delle domande, ma quelle inviate sono valutate in ordine cronologico, quindi prima si manda, prima si sa il risultato, e meno si tengono le dita incrociate.

Leggi anche: