16giu

Start-up: concluso il primo censimento, a settembre i dati

Chi e come sono le start-up italiane? Presto avremo una fotografia completa. Si è concluso infatti #StartupSurvey, la prima rilevazione nazionale sull’ecosistema italiano delle startup innovative, curata dal Ministero dello Sviluppo Economico insieme a Istat.

 

Sono ben 2.275 i questionari compilati (il 44,2% del totale), peraltro inclusivi di 1.027 suggerimenti di policy individuali: una percentuale considerevole per una censimento a partecipazione volontaria. Le regioni con più partecipanti sono Lombardia (501), Emilia-Romagna (258) e Lazio (200); fanno registrare una partecipazione superiore al 50% Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Valle d’Aosta – nella più piccola regione italiana hanno partecipato 7 delle 11 startup registrate al 31 dicembre 2015.

 

Adesso, dicono al Ministero, il patrimonio di esperienze ed esigenze individuali ottenuto sarà tradotto in informazioni sintetiche nei prossimi mesi, fondando un’indispensabile fonte di informazioni sia per i futuri sviluppi delle politiche dedicate alle start-up innovative che per tutta la cittadinanza: i dati, una volta anonimizzati, saranno disponibili per tutti coloro che, per ragioni professionali, di ricerca o interesse personale vogliono conoscere più in profondità il mondo dell’imprenditoria innovativa italiana.

 

La pubblicazione dei dati è prevista per il mese di settembre.  Tutti i documenti saranno pubblicati sulla sezione del sito del Ministero dello Sviluppo economico dedicata alle startup innovative, dove sono già disponibili numerosi materiali illustrativi della normativa e un sistema di reportistica regolarmente aggiornato.

Leggi anche: