23set

Start-up: la luce di Lucy raccoglie 140.000 dollari col crowdfunding

Solenica, la start-up impegnata nella realizzazione di oggetti intelligenti dal design italiano, ha raccolto più di 140,000 in sole 24 ore, per il lancio ufficiale del suo primo prodotto Lucy sul sito di Crowdfunding Indiegogo.

 

Lucy è il primo design robot che porta la luce del sole in casa. In termini tecnici Lucy è un “eliostato”, ovvero un dispositivo in grado di riflettere il sole, che si muove, sempre nello stesso punto fisso deciso dall’utente. Nello specifico, si tratta di uno specchio intelligente, inserito all’interno di una sfera, dotato di un’elettromeccanica alimentata da energia solare che ne permette il movimento: basta posizionare Lucy in un posto soleggiato, fuori o dentro casa, puntarla in direzione della stanza che si vuole illuminare e Lucy, regolando l’angolazione dello specchio in ogni momento del giorno, continuerà a riflettere la luce del sole illuminando le stanze in ombra.

 

I fondatori di Solenica sono Diva Tommei, 32 anni, e Mattia Di Stasi, 24. “L’idea di Lucy – spiega Diva – nasce a Cambridge dove stavo svolgendo il dottorato in Bioinformatica. A causa del clima mi trovavo spesso costretta ad accendere la luce artificiale per illuminare gli spazi dove vivevo. Quei pochi giorni in cui fuori spuntava il sole mi trovavo in ufficio, mentre tutti scendevano in strada per godersi quei rari momenti. Da lì l’idea: volevo trovare una tecnologia tale da potere ridirezionare il sole che vedevo puntualmente sul davanzale, nella mia stanza. Durante un periodo alla Singularity University della Nasa, mi sono resa conto che la tecnologia a base degli eliostati era perfetta per lo scopo». Successivamente all’aggiunta di Mattia al team, a curare gli sforzi di business e marketing, la società ha ricevuto l’investimento in California da parte di Techstars e Qualcomm per $120.000. Dopo svariati prototipi e tentativi siamo arrivati all’attuale versione di Lucy.

 

Lucy è un dispositivo di robotica domestica che attraverso la rotazione di uno specchio è in grado di rintracciare il sole nel cielo, riflettendone la luce sempre nello stesso punto prestabilito dall’utente. Bisogna posizionare Lucy dove si ha della luce solare (balcone, davanzale ecc.) e direzionare il puntatore contenuto nella sfera verso il soffitto della stanza che si vuole illuminare, Lucy si attiverà automaticamente e comincerà a riflettere la luce naturale solare nella vostra stanza.

 

“Non è un oggetto facile da produrre, ma per noi il made in Italy è un elemento essenziale, credo molto nella qualità del Belpaese”, sostiene Diva. “Per me è molto importante che l’Italia riscopra la sua vocazione a realizzare oggetti, anche attraverso le start-up. Il vero made in Italy si è sempre identificato con qualche elemento concreto: un capo d’abbigliamento, un oggetto di design, un’auto. Quindi faremo di tutto per mantenere la produzione nella Penisola e beneficiare di un marchio intrinseco di qualità riconosciuto in tutto il mondo”, prosegue il co-fondatore Mattia.

Leggi anche: