27mar

Start-up: la spesa “automatica” di Wib va d’accordo con la Coop

Fare la spesa su iPad e ritirare la merce in un punto disponibile ventiquattro ore su ventiquattro, sette giorni su sette.

 

E’ l’idea, realizzata, di Wib, la start-up siciliana che crea, come da acronimo, “Warehouse in a Box”, ossia, appunto, “magazzino in una scatola”. Scatole altamente ingegneristiche, dotate di codici di sicurezza sofisticati, che consentono di ritirare la propria spesa quando si vuole. Ne avevamo già scritto su l’Arancia.

 

Adesso, dopo due anni, Antonino Loiacono, fondatore e amministratore delegato di Wib, ci racconta dell’accordo appena realizzato con la Coop. “Abbiamo realizzato a Catania, per i 4.000 dipendenti di St Microelectronics, un negozio Coop utilizzabile 24/7, per la classica spesa di emergenza che chi lavora fa. I clienti interagiscono direttamente con la macchina tramite monitor touch-screen, oppure attraverso Internet, collegandosi al portale e-commerce dedicato o, ancora, attraverso l’app Coop Qui presente su Apple store e Google Play” dice Loiacono.

 

 

simulazione-fior-fiore_2-moduli_01-300x267

“Quello di Catania non è un caso isolato e Coop potrà aprirne altre. Ma Wib è in trattative con altre catene di supermercati interessate all’offerta” dice sempre Loiacono. Inoltre il sistema totalmente modulare di Wib, che permette di “aggiungere o togliere moduli di magazzino” al distrubutore automatizzato consente gli usi più svariati, non solo per la grande distribuzione.

 

Le macchine sono interamente progettate da Loiacono e dal suo team di cinque persone; del resto lui viene da una laurea in ingegneria meccatronica e poi da esperienze lavorative in Fiat, al reparto robotica e ricerche. Sia le app che la parte fisica sono coperte da brevetti internazionali.

 

Di certo il campo alimentare rimane per ora il più interessante; infatti Wib ha consolidato la sua associazione con Coop nel Future Food District di Expo, il padiglione tematico curato da Coop. E da ieri insieme a Fior Fiore di Coop  (gamma top di specialità gastronomiche) è presente a Seeds&Chips, il salone milanese delle start-up del Food.

Leggi anche: