29gen

Start-up, nel Lazio fino a 200 mila euro in prestito

Nuovi finanziamenti per le start-up nel Lazio.

 

La Regione ha infatti approvato l’Avviso pubblico relativo alla linea di attività denominata “Fondo per prestiti partecipativi alle start-up“. L’obiettivo dell’iniziativa, per la quale sono stanziati 10 milioni di euro, è stimolare la crescita dell’economia regionale attraverso il sostegno alle imprese di nuova costituzione. I finanziamenti saranno di un massimo di 200.000 euro per ogni start-up.
 
Vediamo meglio nel dettaglio di cosa si tratta: i destinatari sono  imprese costituite da non più di 48 mesi nella forma di società di capitali, con esclusione di quelle a socio unico, con sede operativa nella Regione Lazio o che si impegnino ad attivarne una.

 

I prestiti vengono concessi sotto forma di finanziamento a tasso agevolato (1%) di durata pari a 5 anni, di cui due di preammortamento. L’erogazione viene effettuata in un’unica soluzione alla firma del contratto di finanziamento; il capitale deve essere rimborsato per il 75% a partire dall’inizio del terzo anno in quote trimestrali posticipate, e per il restante 25% in un’unica soluzione alla scadenza del prestito. 

 

Non ci sono molti paletti per le spese per cui si può chiedere il finanziamento: ma il progetto imprenditoriale dovrà essere sottoposto a una apposita e indipendente commissione di valutazione, che dovrà dare il suo ok dal punto di vista della sostenibilità economico-finanziaria dell’iniziativa, della sua innovatività e del potenziale di sviluppo, nonché della compagine imprenditoriale proponente.

 

Importante infine il timing: la presentazione delle domande sarà aperta dalle ore 9.00 del 10 febbraio 2014, a seguito della pubblicazione sui siti www.porfesr.lazio.it e www.sviluppo.lazio.it dello schema di formulario da compilare on-line, e rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2015, e fino a esaurimento delle risorse stanziate. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente online.
Leggi anche: