17lug

Start-up: tutti i numeri (e le opportunità) del settore fintech

Si chiama FinTech ed è un settore che sposa finanza e tecnologia. Come spesso accade, il risultato non è la somma degli addendi. Perché il FinTech non è solo l’applicazione del digitale a banche, monete e investimenti: è un nuovo modo di concepire il business, anche grazie alle start-up e al recente interesse dei venture capitalist.

 

 

Secondo Pictet, gruppo leader nella gestione di patrimoni privati, gli investimenti in start-up FinTech sono triplicati tra il 2013 e il 2014, balzando da 4,05 a 12,2 miliardi di dollari. Un progresso, pari al 201%, che stacca la crescita media degli altri investimenti a livello globale (+63%).

 

I capitali tendono a concentrarsi attorno a realtà consolidate (per quanto molto giovani), ma anche le start-up al primo round di investimenti stanno solleticando l’attenzione dei venture capitalist, attirando 1,38 miliardi di dollari, pari a una crescita del 48% rispetto al 2013.

 

In un comparto in piena esplosione, quasi tre quarti degli investimenti arriva dagli Stati Uniti. Ma l’Europa mostra segni di vitalità: è la regione che nel 2014 ha fatto registrare la crescita più consistente (+215%), nonostante i dollari investiti (1,48 miliardi) siano ancora pochi rispetto a quelli statunitensi. Il merito di questo slancio è in gran parte dovuto alla creazione di un polo finanziario-tecnologico tra UK e Irlanda: i due Paesi concentrano il 42% degli investimenti europei del settore, anche se crescono meno (+136%) dell’intero continente. Segno che i Paesi al di qua della Manica sono destinati a recuperare terreno.

 

Intanto Startupitalia stila una lista delle 15 start-up fintech più interessanti del momento (ma purtroppo, non ce n’è nessuna italiana). Per chi vuole cimentarsi in questo settore molto promettente, però, ecco un premio, il contest Agos 4 Ideas di Agos, leader nel settore del credito al consumo, in collaborazione con H-FARM Ventures, l’acceleratore di start-up veneto. Il contest punta a trovare la chiave giusta in ambito fin-tech attraverso la proposta di nuove idee e soluzioni che sappiano sfruttare al meglio le potenzialità della comunicazione digitale, preferibilmente in ambito mobile o attraverso l’utilizzo di nuovi canali di relazione.

 

 

L’obiettivo è trovare idee nuove, non presenti sul mercato bancario e finanziario; in particolare, soluzioni che consentano di migliorare la vita del cliente nella sua relazione con Agos; aumentare così la soddisfazione di chi utilizza Agos; mobilità, semplicità e piacevolezza devono essere i punti di forza di ogni idea; serve infine creatività ed innovazione. Fra i team candidati, quello che presenterà l’idea vincente sarà premiato, a giudizio di Agos , con una delle soluzioni seguenti: un programma di accelerazione H-FARM della durata di 3 mesi (H-CAMP Fall 2015); oppure un contributo a fondo perduto in denaro di 10.000 euro. Attenzione perché il concorso sta per scadere, avete tempo fino al 19 luglio. Tutte le info qui.

Leggi anche: