11apr

Startup Town, Milano diventa la città delle giovani imprese

Assolombarda ha aperto gratuitamente l’iscrizione all’associazione a 25 start-up dei settori più disparati: economia digitale, crowdsourcing, moda, education, alimentazione, turismo…

Ieri, 10 aprile 2014, le start-up hanno firmato l’adesione alla presenza di Gianfelice Rocca, presidente di Assolombarda, e Stefano Venturi, membro del comitato di presidenza Assolombarda e responsabile del progetto “Attrazione Investimenti e Semplificazione”.

 

L’obiettivo dell’iniziativa è di permettere a queste giovani imprese di usufruire dei servizi di Assolombarda, oltre che del know-how delle altre aziende iscritte, ma anche di far fruttare il bagaglio di innovazione che queste start-up hanno insito nel loro dna. E ultimo ma non meno importante, si vuole cambiare la percezione della città di Milano, farla diventare la città dove diventa sempre più semplice fa nascere nuove aziende.

 

Come ha dichiarato il presidente Gianfelice Rocca, l’intenzione è di far diventare la città un “quadrilatero composto da ricerca, innovazione, capitale umano e imprese.” E la Lombardia da questo punto di vista si piazza bene: sono 69.000 i dipendenti occupati nelle imprese ad alta intensità tecnologica, un numero che pone la regione tra le più tecnologiche in tutta Europa.
 
Tutto quello che c’è da sapere sull’ambiente lombardo è analizzato in uno studio dell’associazione, che sottolinea sia i lati virtuosi che quelli più problematici, come ad esempio il basso numero di brevetti rispetto agli altri Paesi.

 

Assolombarda a pensato a uno Startup Desk per aiutare queste giovani imprese a farsi grandi. Se l’impresa è già costituita, ma ha meno di 48 mesi e il fatturato non supera i 500 mila euro, si può diventare associati con un incentivo promozionale del 100% del contributo associativo, incentivo che si manterrà fino a 48 mesi dalla costituzione o al raggiungimento dei 500 mila euro di fatturato.
Insomma, si mettono bene le cose per gli startupper lombardi, e si spera che questo entusiasmo contagi il resto d’Italia.

Leggi anche: