21mag

#stayfunky, lo spirito dello Start-up Weekend di Catania

Torna l’appuntamento con lo Start-up Weekend di Catania, arrivato alla sua terza edizione, dal 23 al 25 maggio 2014.

Lo Start-up Weekend è sempre un’ottima occasione per tutti gli imprenditori in pectore, che hanno un’idea ma ancora non sanno come muovere i primi passi, ma anche per le start-up già esistenti che vogliono coinvolgere nuove persone, trovare investitori e possibili partner per i propri progetti.

 

L’anno scorso l’evento ha registrato 150 partecipanti interessati all’ambito web, mobile, IT e dell’innovazione.
Non solo giovani, ma anche esperti di business e marketing per lavorare insieme sulle idee per trasformarle in impresa in una full immersion di tre giorni. L’anno scorso di è partiti da 40 idee che sono diventate 24 modelli di business.

 

Ad aiutare e motivare i ragazzi per questa edizione ci saranno 25 coach e i tre speech di Salvo Mizzi, project leader di Working Capital, Andrea Bartoli, direttore creativo di Cultural Park, e Luca Naso, CTO di EdisonWeb. Infine, i lavori vengono giudicati da un gruppo di sei professionisti: Carmelo Graceffa, Project Manager di Telecom Italia; Umberto La Commare, Professore di Tecnologie e Sistemi di Lavorazione dell’Università di Palermo; Rosario Faraci, professore di Economia e Gestione delle Imprese dell’Università di Catania; Giuseppe Cavallaro, responsabile del Credito Siciliano; Carmelo Pappalardo, direttore del centro di orientamento e formazione dell’Università di Catania; Dario Mazzella, Project Manager di META Group.

 

Questa edizione è particolarmente speciale: è dedicata a Marco Zamperini, il Funky Professor che dà ispirazione all’hashtag legato all’evento #stayfunky, l’innovatore e comunicatore che è mancato lo scorso ottobre e che era stato l’ospite d’onore della scorsa edizione.

 

Il weekend si terrà al Working Capital Accelerator, la sede siciliana del progetto di Telecom Italia che sostiene le giovani imprese innovative, a partire dalle 10.30.

Leggi anche: