14gen

Storie di start-up/inReception, il gestionale per affittacamere e piccoli alberghi

“Il turismo è cambiato. Sempre più persone scelgono strutture extra-alberghiere per i propri viaggi” dice a L’Arancia Egidio Criscuolo, fondatore di inReception, start-up che si propone come gestionale per B&b, piccoli alberghi, case private. “L’Italia ha un primato unico: è il paese in Europa con il maggior numero di strutture ricettive extra-alberghiere. Il numero di posti letto delle piccole strutture ricettive è persino maggiori del numero dei posti letto degli alberghi. Attualmente non esistono sul mercato soluzioni gestionali che rispondano alle esigenze delle piccole strutture ricettive. Le soluzioni esistenti sono pensate per la ricettività alberghiera, sono spesso complesse, non integrate e costose”.

 

Così nasce inReception, “una piattaforma web per gestire e promuovere le piccole strutture ricettive come b&b, agriturismi e appartamenti per vacanze. E’ una soluzione mobile che semplifica e migliora la gestione quotidiana delle strutture ricettive extra-alberghiere. Integra funzionalità di gestione, promozione e distribuzione in un’unica applicazione”.

 

“Le piccole strutture ricettive generalmente non hanno infatti una vera e propria reception” dice Criscuolo a L’Arancia. “Il proprietario si occupa di tutte le attività di gestione, dalle prenotazioni all’accoglienza del cliente, ed ha bisogno di una soluzione semplice per gestire tutte le attività quotidiane, come i pagamenti, i registri clienti, l’imposta di soggiorno e le fatture”.

 

Con inReception “ti registri alla piattaforma, aggiungi la tua proprietà e inizi a gestire tutte le tue attività giornaliere: puoi controllare tutte le operazioni da un unico calendario, sincronizzare in automatico disponibilità e prezzi sui principali canali di vendita, integrare il motore di prenotazione sul tuo sito web o sulla tua pagina Facebook per ricevere prenotazioni dirette, tenere traccia delle relazioni con i clienti”. Inoltre se gestisci una piccola struttura ricettiva trovi tutte le funzionalità di cui hai bisogno in un unica applicazione, ovunque tu sia. Se sei il proprietario di un immobile e non hai ancora considerato la possibilità di affittare la tua proprietà per vacanze o soggiorni brevi, su inReception trovi il modo per trasformarlo facilmente in una casa per vacanze”.

 

Come vi siete conosciuti e com’è composto il team? Quand’è nata la start-up?

“Il nostro team è formato da quattro persone con specifiche competenze tecniche ed esperienza nel mondo dell’ospitalità maturata sul campo. Io sono Egidio Criscuolo, fondatore e amministratore. Sono un ingegnere informatico e da qualche anno gestisco degli appartamenti per vacanze. Da subito ho cercato una soluzione che mi permettesse di gestire la mia struttura anche essendo altrove, ma non ho trovato nessuna soluzione completa e facile da usare.

 

Con Biagio Monzo, co-fondatore e responsabile commerciale, condividevamo lo stesso problema. Laureato in Relazioni Internazionali, anche lui è un piccolo imprenditore turistico. Siamo amici da sempre e abbiamo cominciato ad elaborare una soluzione.

 

In seguito si è aggiunto Stefano Esposito, ingegnere con precedenti esperienze in ambito start-up. Oltre a sviluppare il business, porta la giusta dose di creatività. Con Stefano ci siamo conosciuti qualche anno fa, entrambi selezionati da Smart&Start, il programma Invitalia per la creazione di nuove imprese digitali. Da quel momento in poi abbiamo iniziato a lavorare insieme. Completa il team Eddi Fenucciu, uno sviluppatore software con più di dieci anni di esperienza. Abbiamo realizzato insieme diversi progetti.

 

 

Qual è l’aspetto più innovativo del vostro servizio e cosa vi distingue dai competitor?

 

inReception è il primo prodotto specificamente pensato per le strutture extra-alberghiere. E’ l’unica soluzione di gestione progettata per essere utilizzata da dispositivi mobili come smartphone e tablet. Inoltre, l’integrazione con i principali canali di vendita, come ad esempio Booking.com, Expedia, e AirBnb, permetterà di aggiornare in tempo reale le disponibilità e i prezzi delle camere risparmiando tempo e aumentando le vendite”.

 

“Anche il modello di business è strutturato tenendo presente le esigenze delle piccole strutture ricettive. Proponiamo un modello di Software as a Service: il gestore paga un prezzo per stanza al mese in funzione della tipologia di struttura e delle funzionalità abilitate. Ed è gratis per chi ha una singola risorsa”.

 

Che differenza c’è con Airbnb?

“Airbnb è rivolto ai proprietari di casa che vogliono guadagnare affittando il loro immobile o parte di esso per brevi periodi. E’ un servizio orientato alla promozione e alla vendita, non alla gestione, che mette in contatto i proprietari di alloggi con i viaggiatori. inReception, invece, è un servizio b2b rivolto principalmente ai gestori o ai proprietari di piccole strutture ricettive come b&b, agriturismi, aparthotel e piccoli alberghi. E’ orientato alla gestione, promozione e distribuzione. Integra tutte le principali necessità di gestione in un’unica applicazione, dalle prenotazioni alla gestione dei pagamenti, dalle fatture ai report”.

 

“Airbnb fornisce strumenti semplici per vendere le proprie risorse online, ma demanda ai proprietari tutti gli oneri di gestione. A tutti gli effetti, si configura come un canale di vendita per specifiche strutture extra-alberghiere, alla pari di quello che fanno le agenzie di viaggi online come Booking.com o Expedia per gli hotel”.

 

inReception, invece, semplifica la vita quotidiana dei proprietari delle piccole strutture ricettive gestendo tutte le attività più comuni. Ad esempio, genera automaticamente le comunicazioni sulle presenze da inviare alla questura, calcola il dovuto per la tassa di soggiorno, prepara le fatture o le ricevute fiscali a partire dalle prenotazioni, permette di tenere traccia delle comunicazioni con il cliente, consente di accettare pagamenti attraverso il proprio smartphone. Inoltre, diamo la possibilità di aggiornare in automatico le disponibilità e i prezzi sui principali canali di vendita, Airbnb incluso. In definitiva, inReception non è una soluzione alternativa ad Airbnb bensì complementare”.

 

 

Che prospettive avete per il futuro?

 

“Attualmente stiamo crescendo in H-FARM, il principale acceleratore di imprese italiano, che ci sta supportando nello sviluppo del business e del prodotto. Recentemente siamo risultati vincitori del progetto europeo SOUL-FI (Startups Optimizing Urban Life with Future Internet) promosso dall’Instituto Pedro Nunes (IPN) di Coimbra, in Portogallo. SOUL-FI fornisce risorse per lo sviluppo del prodotto e servizi per l’inserimento dei progetti selezionati in network europei per effettuare test del servizio su larga scala. Il Comune di Firenze è partner di questa iniziativa.

 

Grazie a questo network stiamo lavorando per reperire risorse finanziarie più consistenti per lo sviluppo del business. Per fine febbraio lanceremo la versione beta. Ai primi 200 iscritti offriamo la possibilità di provare i servizi gratis per 6 mesi dal lancio. L’iscrizione alla beta è ancora attiva e si può effettuare al sito http://www.inreception.it/beta/. Prima dell’estate saranno rilasciate le applicazioni mobile per iOS e Android e nuove funzionalità dell’applicazione web. Il nostro obiettivo è far diventare inReception il modo più semplice per gestire e promuovere le piccole strutture ricettive”.

 

Scritto da Redazione il 14 gennaio 2016

Tags:
Leggi anche:

nessun tag assegnato