09mag

Ulaola, per le piccole e medie imprese l’e-commerce è più vicino

Il Made in Italy punta sull’e-commerce. Soprattutto per le micro e mini-imprese. Ieri infatti Confartigianato Imprese ha firmato un accordo per far sbarcare su internet le imprese italiane grazie alla piattaforma ulaola.

 

Ulaola è una start-up italiana, partecipata dall’incubatore certificato Digital Magics, che rappresenta il marketplace ideale per il made in Italy; in particolare, è la piattaforma che mette in vetrina e in vendita le eccellenze italiane, di artigiani, di designer, di creativi, di piccole aziende della moda, dell’arte e del food che producono innovazione italiana e che vogliono iniziare a esportarle all’estero. Ulaola offre servizi di supporto ai merchant attraverso una piattaforma avanza di e-commerce.

L’accordo firmato da Confartigianato Imprese punta a colmare la differenza che c’è tra imprese italiane presenti sulla Rete e resto del mondo:

uno “spread” importante, se si pensa che oggi i piccoli in Rete in Italia sono il 5% a fronte della media europea del 14%, con punte dell’11% per la Francia e di ben il 22% per la Germania.

 

Tutto questo in una fase storica in cui sempre di più i mercati di riferimento per le eccellenze italiane si sposteranno dall’Europa e sempre di più la presenza virtuale sarà necessaria a raggiungere i nuovi consumatori per i nostri prodotti. Confartigianato Imprese, che raggruppa 700 aziende artigiane, permetterà così grazie a Ulaola di offrire i loro prodotti in Rete.

 

L’accordo prevede inoltre la presenza di Digital Magics, incubatore certificato quotato alla Borsa di Milano, che seguirà il processo di internazionalizzazione e digitalizzazione delle imprese, e ospiterà al suo interno una task force per seguire il programma lo stato dell’avanzamento dei “maker” italiani e delle innovazioni digitali legate alla produzione e all’export del Made in Italy.

Leggi anche: