04dic

Videogame: tutte le opportunità di un mercato a caccia di (giovani) talenti

 

Videogiochi, che passione. E non solo. Il mercato dei videogame sale a ritmi molto superiori al resto dell’economia. Secondo una recente ricerca di settore, negli Stati uniti il business dei videogame sale 4 volte di più del pil, e dal 2009 al 2012 è cresciuto del 9,6%. Gli analisti stimano che grazie soprattutto al mobile gaming il giro d’affari del settore crescerà di qui al 2018 del 59% a quota 100 miliardi a livello internazionale. Come sfruttare quest’opportunità in chiave di lavoro per i più giovani? In Italia ci prova il Gruppo Digital Bros, puntando proprio sui giovani talenti. Digital Bros partecipa infatti oggi alla giornata conclusiva di Orientagiovani, il ciclo di incontri dedicato all’orientamento al mondo delle professioni dei giovani studenti e organizzato da Assolombarda.

 

Oggi a Milano viene presentata infatti la Digital Bros Game Academy. Si tratta di una nuova scuola di formazione professionale post-diploma, in collaborazione con SIAM – Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri – e in partenza a gennaio 2015, per i futuri designer, creativi e sviluppatori di videogame, che verranno formati per un anno in uno dei tre corsi disponibili – Game Designer, Game Developer e Artist & Animator 2D/3D.

 

Questo innovativo percorso di studi è stato pensato per rispondere alle esigenze dei ragazzi, che – come dimostrano i dati di una ricerca condotta tra oltre 3.100 persone – sempre più sono alla ricerca di corsi di formazione professionale che consentano di lavorare nel mondo del digital entertainment (98%), diventando Game Designer (51% delle preferenze), Programmatore (36%) o Artista & Animator (13%). Gli elementi chiave che li guidano nella scelta di un corso per lo sviluppo di videogiochi sono innanzitutto la possibilità di lavorare su veri progetti (74%), l’opportunità di disporre al termine del percorso formativo di un vero portfolio di progetti (53%) e la possibilità di acquisire un elevato livello tecnico (52%).

 

In Italia, il consumo di intrattenimento è consolidato ed in continua crescita, un fattore che spinge gli appassionati a ricercare concrete opportunità lavorative nel settore. In linea con questa esigenza e con l’impegno più ampio di contribuire a creare una vera e propria industry italiana dei videogame, valorizzando le idee innovative e supportando con attenzione giovani e start-up, il Gruppo Digital Bros ha scelto di offrire ai futuri talenti del game entertainment un percorso di formazione diverso ed efficace in questo ambito, che prepari cioè figure “job ready”, in grado di poter cogliere opportunità professionali in Italia e all’estero, di sviluppare propri progetti imprenditoriali e di sfruttare le potenzialità in crescita del mercato.

 

Leggi anche: