13ago

Agricoltura? Abbasso il km zero, si parte per l’America (e l’Australia)

Scendere in campo in agricoltura? Perché no. E non soltanto a km zero.

“L’internazionalizzazione dell’agricoltura è diventata una scelta obbligata per le nostre imprese e passa anche attraverso una esperienza di stage all’estero”. Ne è convinto il presidente dei giovani di Confagricoltura Raffaele Maria Maiorano, che propone di passare da tre mesi a un anno negli Usa o in Australia. I programmi sono riservati a chi parla un buon inglese, ha meno di 29 anni, è studente ed ha un’esperienza pratica del settore.

 

In Australia c’è l’opportunità di svolgere lo stage in aziende di seminativi, allevamenti di bestiame e piantagioni di banane. Per i viticoltori c’è la possibilità di un tirocinio come operatore di cantina (cellarhand), assistente di laboratorio, o svolgere entrambe le mansioni, accrescendo così, anche praticamente le precedenti conoscenze individuali. Si può partire da gennaio a marzo a seconda dell’area in cui si svolgerà lo stage, che dura generalmente tre mesi. Le Regioni  interessate sono tantissime. Per partecipare è fondamentale parlare inglese, avere un titolo in Enologia e Viticoltura o, almeno, aver completato una vendemmia.

 

Per gli Usa l’offerta è vastissima. “Bisogna avere almeno 20 anni – precisano i giovani di Confagricoltura – parlare correntemente l’inglese ed avere due anni di esperienza nel settore richiesto”.

Dalle campagne “coast to coast” di raccolta su macchinari John Deere ad allevamenti  suini da riproduzione (Illinois). C’è l’opportunità di formarsi sulla costruzione e manutenzione di campi da golf (Washington), ma è possibile impegnarsi nella ricerca applicata sugli alberi da frutto (Washington), o sul grano di qualità destinato all’industria (Oregon). Da agosto a dicembre si può anche compiere uno stage in una azienda vitivinicola, ad esempio, nella valle di Willamette dell’Oregon e della valle di Yakima, Washington dove si producono alcuni dei Pinot nero, Merlot e Riesling migliori del mondo.

 

Il programma con l’US Forest Service, per collaborare al censimento nazionale delle risorse forestali americane (Washington, Oregon, California) è ambizioso.

Così come quelli di educazione ambientale nella catena delle Cascades del Nord (Washington), o apprendere la gestione del suolo pubblico dalle tecniche forestali dell’US, nella pianificazione e vendita di legname (Washington). Negli Usa il periodo va da 3 a 18 mesi e si può unire l’esperienza “in campo” con quella nel “campus”, frequentando  un trimestre in una Università. Per chi volesse ulteriori informazioni si può scrivere a: anga@confagricoltura.it.

Leggi anche: