13lug

Agricoltura: Ubi Banca cerca contadini 2.0

Voglia di mettere su la tua agri-start-up? C’è il concorso che fa per te. “Coltiva l’idea giusta!” è il primo concorso per start-up, imprese e persone con progetti agroalimentari che creano impatto sociale o ambientale promosso da Make a Change, organizzazione senza finalità di lucro, e Ubi Banca. Iscrivi subito il tuo progetto sociale su ideagiusta.makeachange.it e partecipa al concorso, hai tempo fino al 31 agosto.

 
Ecco cosa prevede l’iniziativa “Coltiva l’idea giusta!”: ai dieci progetti più promettenti verrà richiesto di fornire un approfondimento di dettaglio  e un video di presentazione; saranno scelti cinque progetti finalisti, a cui verranno assegnati tutor di UBI Banca e Make a Change; tra questi, sarà definito il progetto vincitore, in occasione di un evento dedicato alla presenza anche di operatori e rappresentanti di istituzioni di riferimento, da parte di una giuria qualificata; il vincitore infine potrà contare su un’incubazione per sei mesi della start up presso “Make a Cube”, il primo incubatore italiano dedicato a start up ad alto valore ambientale e sociale, per  accelerarne il processo di innovazione e realizzazione del progetto.

 

Il vincitore, per il tramite della Banca Rete territorialmente competente potrà accedere a prodotti e servizi a supporto dello sviluppo del progetto, differenti in relazione alle rispettive caratteristiche ed esigenze: finanziamento a tasso zero della linea Farm&Food o UBI Comunità di importo fino a  50.000 euro, della durata massima di 60 mesi con eventuale preammortamento di 36 mesi; conto package Utilio Click&Go o Non Profit Online con 36 mesi di canone gratuito; servizio UBI World a supporto dell’internazionalizzazione  gratuito; servizio di Corporate Advisory a supporto della realizzazione del business plan prospettico e del benchmarking settoriale; supporto alla misurazione dell’impatto sociale del progetto. Vuoi diventare imprenditore sociale nel campo agricolo e agroalimentare? Presenta subito il tuo progetto imprenditoriale. Questa potrebbe essere la volta buona.

Leggi anche: