07nov

Bandi e concorsi per start-up e non solo. Tutte le scadenze.

“Android Factory 4.0”. Il programma si pone l’obiettivo di stimolare la creazione di nuove startup che, attraverso le potenzialità del sistema operativo open source Android, contribuiscano alla diffusione di un Made in Italy innovativo e diventino player competitivi nell’industria 4.0 a livello globale. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Google da LVenture Group, che gestisce l’acceleratore di startup Luiss Enlabs. Entro il 9 gennaio.  Continua a leggere.

 

Aperte da pochi giorni le iscrizioni a Wind Startup Award, il premio organizzato da Wind Business Factor per aiutare imprenditori e innovatori a sviluppare un’idea di business e a far crescere una start-up innovativa. Tante le novità di questa edizione e tante le opportunità per chi partecipa e compete per il premio finale: 2 mesi di Execution Program in Luiss Enlabs, l’acceleratore d’impresa più grande d’Europa. Fino al 9 gennaio. Info qui.

 

Un bando da 10 milioni di euro per sostenere reti d’imprese che riuniscano attività economiche su strada come negozi, artigiani, mercati, bar, musei, cinema e teatri: l’obiettivo è quello di realizzare servizi per i cittadini e per le imprese con iniziative promozionali e di marketing territoriale. Questa l’iniziativa della Regione Lazio che ha prorogato al 15 novembre il bando. Info qui.

 
Sei una start-up italiana che punta sul mercato cinese? Ecco il programma di accelerazione Marco Polo Accelerator, che punta a permettere a 5-10 start-up innovative di fare breccia con il loro business in un mercato complesso come quello cinese, grazie ad un investimento complessivo fino a 2 milioni di euro. Fino al 20 dicembre. Info qui.

 
45 milioni di euro per il miglioramento della sicurezza nelle micro e piccole imprese  agricole. E’ il bando Isi-Agricoltura 2016 che prevede finanziamenti per l’acquisto o il noleggio di macchine e trattori caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore e il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende. Fino al 20 gennaio. Info qui.

 
Produrre (e vendere) energia “verde” utilizzando i sottoprodotti e gli scarti dell’agricoltura o le fonti rinnovabili come l’acqua, il sole e il vento. La Regione Emilia-Romagna punta su nuove imprese che vogliono investire in questo settore: le sosterrà grazie a un bando che mette a disposizione oltre 11 milioni  di euro. Destinatarie: le aziende agricole di tutto il territorio emiliano-romagnolo che potranno presentare domanda entro l’8 novembre. Info qui.

 
Sei alla ricerca di fondi per la tua start-up? Hai mai pensato di rivolgerti all’Unione Europea? La Commissione finanzia fino a 10 milioni di euro, scopri come.

Leggi anche: