25apr

La start-up? A Bari ha valore assoluto

La start-up innovativa? A Bari ha Valore Assoluto. E questo il titolo della competizione che terminerà nel capoluogo pugliese il prossimo 5 maggio. Valore Assoluto vedrà premiati cinque progetti in un pitch iniziato a gennaio. I progetti premiati apparterranno a  cinque categorie: Ict, healthcare, greentech, social innovation e industrial automation.

 

Valore Assoluto è un’iniziativa della Camera di Commercio di Bari che premia le migliori giovani iniziative imprenditoriali innovative operanti o che intendano operare nella provincia di Bari – supportandole con contributi a fondo perduto dimensionati alle necessità di ciascuna delle proposte d’impresa considerate più meritevoli.

 

Per giovani iniziative imprenditoriali innovative si intendono sia idee per progetti di start-up che mirino alla creazione di nuove imprese, sia iniziative che diano vita a innovazioni di prodotto, servizio o processo in imprese esistenti, attraverso la generazione di spin off che possano aiutare anche lo sviluppo dell’impresa tradizionale. In entrambi i casi, l’idea di iniziativa imprenditoriale deve risultare in prospettiva sostenibile e poggiare su una seria ipotesi di business model scalabile, ripetibile e basato su un contributo di conoscenza rilevante, tale da renderle competitive a livello, nazionale e internazionale e da apportare un contributo significativo (in termini di innovazione e ricerca) all’avanzamento dell’ecosistema imprenditoriale del territorio di riferimento della Camera di Commercio di Bari.

 

Queste idee vengono accompagnate verso la creazione di nuove imprese attraverso un articolato percorso di sviluppo e stabilizzazione, che comprende sia l’erogazione di strumenti finanziari, sia un iter formativo che consolidi le competenze dei potenziali beneficiari e le cali nello scenario competitivo di riferimento.

 

I premi consistono sia in una erogazione di denaro a fondo perduto sia in forme di tutoraggio e formazione. Nel primo caso, i cinque progetti vincitori riceveranno 10.000 euro.

 

Leggi anche: