12ago

Luiss Enlabs, la start-up è rimandata a settembre

Le start-up non vanno in vacanza. Siete pronti con un progetto innovativo per mettervi in proprio? Avete tempo fino al 15 settembre per mandare il vostro progetto a Luiss Enlabs, l’acceleratore di start-up della Luiss-Guido Carli.

 

Il programma dura 5 mesi e partirà da novembre. Le selezioni saranno dure: verranno presi in considerazione solo 6 start-up che potranno usufruire del programma di accelerazione. Per partecipare, occorre presentare il proprio progetto di start-up del settore Ict con una “idea dirompente”; “un team resiliente e motivato”; “la capacità di imparare e adattarsi rapidamente; “la capacità di sopportare un carico di lavoro pesante”; “un prodotto valido che ci impressionerà (un alfa, beta privata o altro prototipo)”, dice il bando.

 

Per iscriversi bisognerà mandare una email con il nome della vostra start-up come oggetto. La mail deve contenere url (youtube o vimeo) di un video pitch (max 7 minuti) – slides in lingua inglese, voce in inglese o italiano; un executive summary (formato pdf,  max 2 pagine) in lingua inglese; demo e mockup del prodotto sono molto apprezzati. Tutto ciò che mostra il progresso del vostro progetto sarà benvenuto.

 

In particolare,  video ed executive summary devono contenere: breve descrizione del prodotto/ idea (Qual è il problema che risolve? Come riesce a risolverlo? Perché il vostro prodotto è unico nel suo genere?); potenziale mercato di riferimento (Chi sono i vostri clienti? Chi sono gli utenti?); business model (Come fate soldi?); competitor (“Non abbiamo concorrenti” non è una riposta che verrà presa in considerazione); team (Che competenze e background presenta il vostro team?).

 

Le domande verranno valutate con cura e saranno contattati i team più interessanti al fine di fissare un colloquio su Skype.

 

Le start-up che passeranno l’esame saranno chiamate per il “Pitch Day”. Nel corso di questo evento sarà data loro l’opportunità di incontrare consulenti, analisti e investitori. Luiss Enlabs offre poi oltre a scrivanie, strutture di lavoro, al programma di accelerazione di mentoring, una rete di consulenti e soprattutto investitori.

 

Alle start-up selezionate andranno 30.000 € cash, ma soprattutto anche la possibilità di partecipare agli eventi organizzati come parte fondamentale del programma di accelerazione. Un calendario con una vasta gamma di incontri è continuamente aggiornato. Gli eventi permettono ai team di venire a contatto con esperti riconosciuti e di incontrare i responsabili dello scouting di grandi aziende. Inoltre, eventi come le Hackathon e le vetrine tecnologiche daranno l’opportunità alle start-up di fare rete con i loro coetanei e di trovare nuovi talenti da assumere o inserire nel proprio team. Insomma, è ora di attrezzarsi e prepararsi per la sfida di settembre.

 

Leggi anche: