27gen

Nuova vita per il progetto Erasmus

L’Unione Europea investe in formazione e professionalità per i giovani, durante uno dei periodi più neri per l’occupazione giovanile.

Dal 2014 al 2020 l’intenzione è quella di utilizzare fino a 120 miliardi di euro per promuovere programmi concreti per aumentare le possibilità di trovare un impiego o ottenere finanziamenti per progetti imprenditoriali.
 
Tra i progetti in avvio c’è Erasmus+, l’espansione del programma di mobilità giovanile che molti studenti hanno scelto durante la loro carriera universitaria.

Il “+” è il segno di maggiori fondi: il programma disporrà di 14,7 miliardi di euro, il 40% in più rispetto ai fondi stanziati finora.

In questo modo oltre 4 milioni di persone potranno studiare, formarsi e lavorare all’estero, non solo gli universitari, ma anche apprendisti, insegnanti, educatori, animatori e volontari. Nel sito potete trovare un
 
Ma non sono queste le sole categorie che potranno partecipare all’Erasmus: esiste un programma europeo di Erasmus per giovani imprenditori chiamato Vision (inVestment on socIal coheSION).
 
Questo programma è promosso dalla Commissione Europea – Direzione Generale Imprese e Industria, e prevede una collaborazione da uno a sei mesi con imprenditori già affermati di piccole e medie aziende europee.
 
Questo scambio è utile per entrambe le persone coinvolte: il giovane imprenditore può imparare quel che è necessario per aprire l’azienda o per affacciarsi a nuovi mercati; l’imprenditore già affermato può incontrare una mente fresca a volte anche specializzata in ambiti a lui meno noti, rafforzando le proprie conoscenze.
 
Il 30 gennaio si terrà a Palermo, presso il Cesie (Centro Studi e Iniziative Europeo, l’evento per presentare i risultati dell’ultimo anno di Vision, insieme agli imprenditori che ne hanno preso parte che condivideranno le loro esperienze. Tutte le info del progetto potete trovarle sul sito, mentre per partecipare all’evento possono mandare una mail a rita.quisillo@cesie.org

Leggi anche: