Start-up Innovativa

1 – COS’E’?
L’impresa start-up innovativa è una società di capitali, costituita anche in forma di società cooperativa, prevista da una recente disposizione normativa al fine di incentivare lo sviluppo, la produzione e commercializzazione di prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico.
La qualifica di start-up innovativa può essere attribuita anche ad una società già esistente ma da non più di 48 mesi.

2 – FA PER ME?
Sì a condizione che si intenda intraprendere in maniera esclusiva o prevalente un’ attività di grande impatto tecnologico, con impiego anche di personale che svolga o che abbia svolto un dottorato certificato di ricerca.

Vantaggi:
1. Agevolazioni per l’avvio e la gestione d’impresa;
2. Deroga a norme civilistiche in materia di riduzione per perdite;
3. Possibilità di offerta al pubblico di prodotti finanziari anche nella forma di S.R.L.;
4. Possibilità di avere rapporti di lavoro a termine;
5. Agevolazioni fiscali anche per chi vuole investire nella start-up innovativa.

Svantaggi:
1. Limitazioni nella distribuzione degli utili;
2. Limitazione del valore di produzione totale annuale a 5 milioni di Euro a partire dal secondo anno di attività;
3. Deve svolgere attività di ricerca e sviluppo con spese uguali o superiori al 20% del valore totale della produzione o, in alternativa, avere, almeno nella misura di un terzo, dipendenti e collaboratori che abbiano svolto o che svolgano dottorato certificato di ricerca o, ancora, in alternativa essere depositaria, titolare o licenziataria di un brevetto relativo ad invenzione industriale o biotecnologica.

3 – CARATTERI DISTINTIVI
La start-up innovativa è una società di capitali e quindi garantisce un’autonomia patrimoniale perfetta.
Per la sua costituzione è richiesto :
– un capitale minimo di Euro 10.000,00 se viene costituita nella forma di S.R.L.;
– un capitale minimo di Euro 120.000,00 se viene costituita nella forma di S.P.A.;
– un capitale variabile ed un numero minimo di soci (3 o 9) se viene costituita nella forma di Società Cooperativa.
Deve essere iscritta presso il Registro delle Imprese e precisamente nella sezione speciale prevista per le start-up innovative.
Per ottenere l’iscrizione è necessario indicare i requisiti previsti per qualificare la società come start-up innovativa: attività svolta, spese di ricerca e sviluppo, indicazione dei titoli di studio, esperienze professionali dei soci e del personale che lavora nell’impresa, relazioni e collaborazioni con un’università e centri di ricerca ovvero investitori istituzionali e professionali, diritti di privativa su proprietà industriali o intellettuali.

4 – REGIME FISCALE
Sono previste agevolazioni fiscali e contributive derivanti anche da assegnazioni di partecipazioni della start-up ad amministratori, dipendenti, collaboratori, fornitori.
Sono previste inoltre agevolazioni fiscali anche per chi vuole investire nella start-up innovativa.

5 – COSTITUZIONE DELLA SOCIETA’
La start-up innovativa si costituisce con atto pubblico innanzi al notaio, che provvede a registrare l’atto e ad iscrivere la società nell’apposita sezione speciale del registro delle imprese competente per territorio (quello dove è posta la sede sociale).
L’iscrizione è il presupposto anche per beneficiare della disciplina agevolativa.
La qualifica di start-up innovativa può essere attribuita anche ad una società già esistente ma da non più di 48 mesi, in presenza degli altri requisiti previsti dalla legge.
L’impresa che intende qualificarsi come start-up innovativa non può essere stata generata da una fusione, scissione e il suo patrimonio non può derivare da cessione di azienda o di ramo d’azienda.

6 – COSTI
Camera di Commercio: esenzione dal pagamento dei diritti di segreteria dell’imposta di bollo, Euro 200,00 imposta di registro nonché dal pagamento del diritto annuale per 4 anni dall’iscrizione
Gli altri costi di costituzione dipendono dalla tipologia societaria adottata e quindi sono già previsti nelle schede delle altre società di capitali.

Link Utili
http://www.camcom.gov.it/cdc/id_pagina/26/id_tema/36/t_po/Lo-Start-up.htm
http://www.registroimprese.it/-/largo-alle-start-up-innovative-requisiti-d-accesso-meno-rigidi

Suggerimenti: per le agevolazioni consultare il DM 30 gennaio 2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 66 del 20 marzo 2014.